Prima molesta moglie e poi aggredisce poliziotto, arrestato 37enne

Redazione Picenotime

08 Ottobre 2015

Gli Agenti del Commissariato di Pubblica Sicura di Fermo, verso le ore 18 di Martedì 6 Ottobre, sono intervenuti nei pressi della Scuola Media Ugo Betti per la segnalazione pervenuta al 113 di un episodio di violenza nei confronti di una giovane donna.


Gli operatori della Polizia di Stato  sul posto si sono trovati di fronte ad un azione violenta da parte di uno stalker nei confronti dell’ex coniuge. La donna, al momento in compagnia dei due figli minori, che stava accompagnando ad un corso di musica,  era stata poco prima aggredita verbalmente e strattonata dall’ex coniuge N.G. di anni 37, di origine campane, ma residente a Monterubbiano, il quale visibilmente alterato le aveva anche danneggiato l’autovettura. 


In soccorso alla donna, attirato dalle  urla  era intervenuto anche  un professore del vicino Istituto Scolastico, anch’esso aggredito poi dall’uomo con una testata al volto costringendolo a far ricorso alle cure presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Murri.


Gli Agenti intervenuti  rintracciavano l’aggressore  nel mentre si allontanava nei pressi del ricreatorio “San Carlo”, e questi per sottrarsi alle formalità si scagliava anche contro di loro. Durante la colluttazione che ne seguiva l’uomo colpiva  con pugni, calci e testate anche gli Agenti della Polizia di Stato. 


Tratto in arresto  N.G., per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, veniva ristretto presso le camere di sicurezza del Commissariato in attesa di essere accompagnato davanti al Giudice di Fermo  per il giudizio  per direttissima. Nella circostanza  riportavano ferite il Professore  ed uno degli Agenti della Polizia di Stato.

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni