Una delle varianti più conosciute del poker: il Texas Hold’Em

Redazione Picenotime

10 Giugno 2019

Il poker online è diventato negli ultimi anni un argomento molto in voga grazie al successo planetario della sua variante conosciuta come Texas Hold’Em o il poker alla texana. A cosa si deve questo hype mediatico, precisamente? Tutto inizia ben prima della diffusione del gioco del poker online, visto che già dalla seconda metà degli anni settanta, il poker texano ha conquistato prima il Nord America, per poi sbarcare con successo anche in Europa, prima di tutto nel Regno Unito e in Irlanda. Questo è un dato storico incontrovertibile, ma tuttavia il boom mediatico dato dalla variante del Texas Hold’em a livello digitale, è legato agli ultimi 10-15 anni, cioè da quando il gioco online ha preso il sopravvento, come formula di intrattenimento e di svago. Non è un caso se in Italia con l’affermarsi del sistema televisivo del digitale terrestre, sono uscite fuori trasmissione tematiche dedicate appunti al casinò online e live e in particolare alla variante del poker alla texana.

Il Texas Hold’Em e la diffusione legata al contesto del gioco digitale

Si tratta di uno dei giochi più longevi e di successo che fanno parte della cosiddetta categoria degli skill games, ovvero giochi di abilità. Per imparare a dovere a giocare a poker online, servono le stesse medesime abilità richieste per il gioco live. Ci sono naturalmente alcuni aspetti che vanno a essere modificati e in parte sovvertiti. Prendiamo ad esempio la componente psicologica, dettata dal linguaggio verbale e ancora di più da quello del corpo. Chi conoscere a dovere le regole del poker dal vivo, sa bene che il linguaggio del corpo, spesso ci dice molto sulla giocata e sulle possibilità di vittoria che abbiamo in un determinato tavolo. E’ una prassi piuttosto comune e consueta, studiare l’avversario, anche attraverso queste componenti, senza limitarsi alle puntate, alle carte che vengono svelate durante una singola mano, visto che non è così importante, come alcuni potrebbero pensare.

Vincere al gioco è importante, ma non sempre fondamentale

Nel gioco del poker, tutti possono vincere un paio di mani, sia in versione live, durante una partita di torneo, oppure al gioco online. E’ più complicato però tenere botta per l’intero arco della durata di una partita, ancora più difficile farlo per un intero torneo di poker. Le regole del Texas Hold’Em sono abbastanza semplici, una volta individuate le fasi di gioco, visto che a parte le nostre due carte a disposizione, si gioca con altre 5 carte, che sono a disposizione di ogni singolo giocatore. Uno degli aspetti fondamentali è il check, così come la puntata e il rilancio. Bisogna tener presente, come in altri giochi di abilità, che non è importante conoscere a menadito il proprio sistema di gioco, quanto costruire una strategia efficace, per vincere contro i nostri avversari. Ci sono diversi stili di gioco, dove bisogna certamente considerare anche un possibile bluff, ma l’elemento fondamentale per ottenere buoni risultati, nel gioco del poker, è controllare l’aspetto emotivo dato dal fatto che spesso la posta in gioco è piuttosto elevata. Non è un caso se molti ottimi giocatori, non sono adatti per le partite di torneo live, mentre altri riescono a rischiare e a sfruttare al meglio, la possibilità di giocare con una cifra prestabilita, data dalla posta in gioco. Le varianti e le soluzioni che compongono il gioco del Texas Hold’em, sono davvero molteplici, motivo per cui è necessario conoscere bene il sistema di gioco, i tempi tecnici, la gestione dello stress e la resistenza per riuscire ad ottenere buoni risultati, sia in una partita secca, sia nel corso di un torneo live. Visitare una sala da poker è un must per ogni giocatore provetto in modo da imparare da chi questa disciplina la pratica con passione da anni, molti giocatori principianti si demoralizzano e smettono di giocare dopo le prime batoste, forme perché si erano fatti un’idea romantica del poker legata alla visione di qualche film di Hollywood. Il poker è invece una disciplina sportiva dove matematica, memoria, allenamento ed esperienza contribuiscono al successo di un giocatore ma forse una è la migliore delle qualità, lapalissiana come non potrebbe essere altrimenti: per essere un buon giocatore di poker bisogna pensare come un giocatore di poker e forse la cosa migliore per capire se siamo tagliati per questo gioco è osservare da vicino come pensa e come gioca un professionista. 

 

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni