Genoa-Ascoli 3-2, il Picchio sfiora l'impresa al ''Ferraris''. Torna al gol Beretta, decide Pinamonti

Redazione Picenotime

03 Dicembre 2019

L'Ascoli sfida il Genoa allo stadio "Ferraris" nel quarto turno eliminatorio di Coppa Italia. Lo scorso Agosto i bianconeri hanno superato al "Del Duca" la Pro Vercelli (per 5-1) ed il Trapani (con il punteggio di 2-0). I rossoblù fanno il loro esordio nella competizione dopo aver perso 1-0 contro il Torino a Marassi nell'ultima gara di campionato.

Zanetti attua un ampio turn over confermando il modulo 4-3-1-2. Lanni torna in porta, in difesa Laverone, Ferigra, Valentini e D'Elia. In cabina di regia Troiano coadiuvato da Gerbo e Brlek con Ninkovic sulla trequarti alle spalle di Beretta e capitan Ardemagni. Thiago Motta lancia il brasiliano Jandrei tra i pali, in difesa Biraschi, Romero, Criscito e Pajac. A centrocampo Jagiello, Radovanovic e l'ex Cassata, tridente offensivo con Agudelo, Pinamonti e Cleonise (inizialmente in panchina l'altro ex Favilli). Sono circa 150 i tifosi bianconeri nel Settore Ospiti, poca affluenza dei sostenitori rossoblù a Marassi, presente in tribuna il patron Pulcinelli. (CLICCA QUI PER SUE DICHIARAZIONI PRE GARA)

Il capitano dell'Ascoli Matteo Ardemagni ha parlato al microfono di Rai Sport a pochi minuti dall'inizio della gara: "Non sarà facile contro una squadra di Serie A ma non siamo venuti qui in gita, cercheremo di fare un'impresa e daremo tutto. Dovremo mettere in campo più cattiveria agonistica, umiltà e più fame per compensare le loro qualità. Obiettivo stagionale? I playoff, è questo l'obiettivo da inizio campionato. La Serie B è strana, ci sono sempre alti e bassi ed anche noi li stiamo vivendo, abbiamo comunque tante qualità per raggiungere questo traguardo". 


In avvio un errore in fase di impostazione di Brlek favorisce Cassata, tocco smarcante per Pinamonti che lascia partire un tiro-cross temibile dalla destra, riesce a liberare con qualche affanno di troppo la retoguardia ascolana. Si gioca solo nella metà campo del Picchio ed al 14' il Genoa passa in vantaggio con un tocco di prima in area piccola di Pinamonti su assist basso dalla destra del polacco Jagiello. L'Ascoli prova subito a reagire. al 18' spizzata di Ardemagni su lob di Gerbo, nessun problema per il portiere Jandrei. A metà primo tempo primo giallo del match ai danni di Brlek, reo di un intervento falloso in scivolata su Biraschi. La squadra di Zanetti si affaccia con maggiore convinzione dalle parti dell'area avversaria, anche se non riesce a creare vere e proprie azioni da gol. Al 35' giallo anche per Troiano dopo una trattenuta sulla trequarti ai danni di Cassata. Genoa vicinissimo al raddoppio: bella giocata di Criscito sulla sinistra, assist smarcante per Cassata che in area, a porta vuota, trova la provvidenziale respinta sulla linea di D'Elia nei pressi del primo palo. Finale di primo tempo nervoso con una brutta entrata di Criscito su Gerbo non sanzionata con il giallo da Ayroldi e con un richiamo verbale per Troiano e Romero, protagonisti di qualche spintone di troppo in area sugli sviluppi di un corner. 

Ad inizio ripresa l'Ascoli trova subito il pari: veloce ripartenza iniziata da Ardemagni e rifinita da Ninkovic, con Beretta che arriva tutto solo davanti a Jandrei e lo supera con un bellissimo tocco sotto (primo gol stagionale per lui, esultanza sotto il settore occupato dai tifosi bianconeri). Al 52' botta mancina di Criscito dal limite respinta da Lanni, si avventa sulla sfera Pinamonti ma spara alto contrastato da Valentini. Partita più aperta, con il Genoa che spinge ed i marchigiani pronti a colpire in contropiede. Al 66' giallo anche per Laverone reo di una trattenuta prolungata a centrocampo sulla maglia di Pajac. Dopo due minuti l'Ascoli passa in vantaggio: Gerbo supera bene all'altezza della bandierina Agudelo, cross basso potente che viene deviato nella propria porta da Criscito (fanno festa i tifosi bianconeri ed i componenti della panchina). Zanetti inserisce Da Cruz per Beretta, Thiago Motta risponde con Sturaro per Cleonise e Pandev al posto di Jagiello. Criscito si riscatta subito prima con una conclusione che sfiora il palo e poi realizzando il 2-2 con un comodo piatto sinistro in area su assist basso dalla corsia mancina di Pajac. Al 78' il Grifone torna in vantaggio con un perfetto colpo da biliardo di Pinamonti dopo una serie di rimpalli in area ascolana su punizione dalla destra. Il Genoa prova ad addormentare la gara con un possesso palla prolungato, Zanetti si gioca l'ultimo cambio con Cavion per Brlek. Thiago Motta toglie Cassata e regala uno scampolo di partita al centrocampista classe 2001 Rovella. Al minuto 89 piazzato a giro dalla destra di Laverone, stacca bene in area Troiano ma non trova lo specchio della porta. Finisce con una sconfitta onorevole dell'Ascoli che viene eliminato dalla Coppa Italia dopo una buona prestazione. Il Genoa affronterà il Torino negli ottavi di finale, l'Ascoli invece tornerà in campo Sabato 7 Dicembre alle ore 15 allo stadio "Castellani" di Empoli per la quindicesima giornata di Serie B. Domattina i bianconeri (applauditi dai tifosi giunti al "Ferraris") lasceranno il ritiro ligure e si trasferiranno in pullman in Toscana, dove nel pomeriggio sosterranno alle ore 15 una seduta di allenamento a porte chiuse.



TABELLINO E PAGELLE

GENOA-ASCOLI 3-2

GENOA (4-3-3): Jandrei 5.5; Biraschi 6, Romero 6, Criscito 6, Pajac 7; Jagiello 6 (71' Pandev 6), Radovanovic 5.5, Cassata 6.5 (86' Rovella sv); Cleonise 6 (69' Sturaro 6), Pinamonti 7, Agudelo 5.5. A disposizione: Radu, Marchetti, Goldaniga, Eboua, Favilli, Klimavicius. Allenatore: Thiago Motta 6

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni 5.5; Laverone 5, Ferigra 5.5, Valentini 5.5, D'Elia 5.5; Gerbo 6, Troiano 6.5, Brlek 5.5 (85' Cavion sv); Ninkovic 6 (49' Rosseti 6); Beretta 6.5 (69' Da Cruz 5.5), Ardemagni 6. A disposizione: Leali, Brosco, Gravillon, Andreoni, Padoin, Scorza, Petrucci, Chajia, Scamacca. Allenatore: Zanetti 6

Arbitro: Ayroldi di Molfetta 5.5

Reti: 14' Pinamonti, 48' Beretta, 68' aut. Criscito, 72' Criscito, 78' Pinamonti

Spettatori: 1825 per 20.240 euro di incasso


© Riproduzione riservata

Commenti (30)

Abbasso i pesciari 03 Dicembre 2019 19:59

Forse ,il mister ha capito che il centrocampo ,deve essere con Troiano Gerbo e Cavion ,con una squadra di serie A ,hanno fatto la differenza ,quindi Petrucci ,Piccinocchi e Brlek ,possono accomodarsi in panchina ,per me forza Ascoli


Atlascaruso 03 Dicembre 2019 20:06

Scusate... ma lo stesso coraggio e la stessa voglia di vincere di stasera si potrebbe metterla in campionato ???? Vabbè che al Genoa mancavano tanto giocatori ma è pur sempre una squadra di seria A.. ad Empoli per vincere ok mister Zanetti ????


asnkvola 03 Dicembre 2019 20:10

La difesa fa pena,sia quella titolare e sia quella di riserva,per la serie A servono due terzini di categoria e due centrocampisti alla Gattuso, davanti cedere Rosseti e tenersi Beretta.


Atlascaruso 03 Dicembre 2019 20:15

Zanetti mi raccomando , sabato ad Empoli tieni in panchina Gerbo!! Stasera migliore in campo insieme a Berretta .


Binno 03 Dicembre 2019 20:16

Brlek in panchina ? Lasciate perdere il calcio..meglio il ciclismo..
Zanetti no comment.. hai schierato tutte riserve mancando di rispetto tutti quelli che hanno seguito la squadra il martedì sera a 600 km di distanza.
Vergogna!!
con l11 titolare la potevamo vincere


Tronto⁰ 03 Dicembre 2019 20:17

Fortunatamente non siete gli allenatori f
A.c.


Vaipicchio 03 Dicembre 2019 20:29

Una squadra che prende 2 goals in 5 minuti non va molto lontano


Gianluca 03 Dicembre 2019 20:38

Veramente tutta questa voglia di vincere da parte dei giocatore dell'ascoli non l'ho vista, a parte la grinta dei soliti 4-5 giocatori, i restanti li ho visti nulli, forse difettano di concentrazione oppure non sono buoni per la b


Albardialbissola 03 Dicembre 2019 20:52

È stato un bell’ Ascoli
Continuare così anche in campionato


Andrea 03 Dicembre 2019 20:55

Mannaggia che sfortuna si poteva passare il turno siamo uno squadrone la serie A non può sfuggirci con una squadra così.
Dai che sabato asfaltiamo l'Empoli in crisi piena


LORENZO CAPRO' 03 Dicembre 2019 21:00

ABBASSO I PESCIARI L'UNICA COSA BUONA CHE SCRIVI È IL SOPRANNOME CHE TI DAI, PER IL RESTO SEI UN DISASTRO. PETRUCCI È NETTAMENTE PIÙ FORTE DI UN TROIANO A FINE CARRIERA, MA VOI SIETE QUELLI CHE CRITICATE NINKOVIC E DA CRUZ ( CHE CI FANNO LA DIFFERENZA SEMPRE) E DIFENDETE ARDEMAGNI CHE INVECE DI GIOCARE A CALCIO, GIOCA A RUGBY, NO???


LORENZO CAPRO' 03 Dicembre 2019 21:06

BRAVO TRONTO, DI CAVOLATE NE HO VISTE DIVERSE, MA ADDIRITTURA C'È UNO CHE VUOLE TROIANO ( CHE NON SI PUÒ PIÙ GUARDARE) AL POSTO DI PETRUCCI, O BRLEK IN PANCHINA, NO? HA RAGIONE TRONTO.... SIETE L'ANTICALCIO


Giovanni Gennaretti 03 Dicembre 2019 21:09

Partita come al solito alla volemose bene, primo tempo dentro oltre la nostra meta' campo, senza mai oltrepassare la mediana, secondo tempo grazie san Beretta e Gerbo, il resto mai lanci mai profondità mai scambi tra compagni TUTTi gli altri arrivano con i fraseggi al limite della nostra area, non capisco poi come si possa fare a meno di Gerbo vitale caparbio e dai piedi ottimi preferendo Petrucci Brlek, Piccinocchi e udite udite Ninkovic sempre avulso dal gioco, partendo con lui sempre in dieci contro dodici, poi continuo a non capire se così si può chiamare il gioco di Zanetti speriamo non abbia velleità di serie A come carriera mi riferisco, è assurdo lui incommentabile, va avanti x qualcuno dei suoi,


fabriano bianconera 03 Dicembre 2019 21:30

sempre il solito problema ogni partita prendiamo goal meno male che abbiamo un attacco atomico altrimenti erano dolori


Manbioli 03 Dicembre 2019 22:13

Ribadisco
Capro sei patetico
Segnalo che Gerbo è la seconda volta che ci fa prendere un gol
Che troiano a Petrucci manco lo vede
Che brlek fa troppi errori
Che ardemagni è stato il migliore in campo
Capro datti tu al rugby


Tonino 03 Dicembre 2019 22:25

Tranquilli va tutto bene, abbiamo una società ambiziosa con in testa il presidente Pulcinelli, lui vuole andare Ia serie A subito, la squadra vincerà il campionato.


Sarnano bianconera 03 Dicembre 2019 22:33

Accidenti che disparità di vedute, forse chi era allo stadio ha visto meglio. In tv, ninko imbarazzante e non pervenuto, alcuni dei nostri si impegnano molto, altri timbrano il cartellino, altri si lamentano di chi non la passa o la stoppa male o la passa male ma non sono loro stessi mai precisi. Quanti errori tecnici! Poi così rincorri sempre. Se a voi piace.. Molti sopravvalutati.


Fabmotor69 03 Dicembre 2019 22:47

L ha persa quando in vantaggio ha sostituito Beretta con Da Cruz. Li ci voleva subito Cavion davanti quella difesa scandalosa che aveva schierato per perdere in partenza.... e l unica speranza era che mentre ci pressavano lanciare Rosseti in contropiede....con la sponda di Ardemagni....mah...comunque abbiamo vinto un campionato pure con Petrone...ma questo mi sa è peggio....


filippo 03 Dicembre 2019 23:10

Ninkovic fa un assist pazzesco sul gol di Beretta, abbiamo giocato una buona partita contro Criscito, Biraschi, Radovanovic etc e poi nel finale Sturaro e Pandev, tutta gente che gioca stabilmente in A da anni. Troppo calcio in tv a qualche tifoso deve aver dato alla testa.


fabio 03 Dicembre 2019 23:23

siamo seri se non passi il turno contro il genoa così dopo essere passato in vantaggio non puoi aspirare a nulla, essere soddisfatti della prestazione? abbiamo fatto un'azione degna di essere chiamata tale in tutta la partita, quella del pareggio viziata da fallo sul giocatore genoa, ripartenza e palla deliziosa di Ninkovic che beretta non poteva sbagliare, l'autogol di criscito ci ha illuso per pochi minuti poi la nostra imbarazzante difesa ha rimesso tutto aposto, partita persa e tutti felici. beati voi.


remo 03 Dicembre 2019 23:59

Ottima prova, siamo stati sfortunati e un po ingenui, ma ora vincere ad Empoli, dai dai, FAC!!


Roby 04 Dicembre 2019 06:32

Scusate ma perché pensate che se mettesse la voglia di stasera, la nostra squadra sbaraglia le avversarie di B? Io continuo a credere che abbiamo semplicemte un organico tra le primissime della categoria. Stasera abbiamo giocato contro:una squadra destinata a retrocedere in B (per fortuna c'è di peggio) e con tre quarti di formazione non titolare. Potevamo approfittarne, ma........tutto qui. Basta esaltarsi, era più facile vincere stasera che in campionato


Manbioli 04 Dicembre 2019 08:21

D’accordo con chi ha detto che al 69 sul 1-2 avrebbe tolto Beretta e brlek per Petrucci Cavion passando a un 451 di contenimento per portare a casa il risultato.
Mister non è peccato chiudersi in vantaggio Fuori casa a 20 minuti dalla fine


pippo 04 Dicembre 2019 08:45

Ma se anche un'inutile partita di coppa Italia, ai fini del risultato intendo ma utilissima come allenamento, serve per scatenare delle inutili polemiche allora ci meritiamo la lega Pro altro che serie A. Lo sapeva pure nonno da una decina di giorni che Zanetti avrebbe dato spazio e campo a chi ha giocato meno e nonostante ciò c'è chi parla di mancanza di rispetto nei confronti di chi ha fatto chilometri e bla bla bla. Ma statevene a casa


ascolano da Roma 04 Dicembre 2019 09:04

Una volta in vantaggio a venti minuti dalla fine avrei voluto vedere più grinta nel difendere il risultato magari inserendo un difensore in più, invece abbiamo regalato due gol in tre minuti a una squadra che in questo momento sta a pezzi si è visto anche ieri, occasione irripetibile andare a giocare col Torino era un ottima vetrina per noi. Difesa vergognosa nemmeno in terza categoria si vedono certe cose. Hanno fatto un buon allenamento lo potevano dire prima, sono d'accordo con chi ha detto che c'è stata mancanza di rispetto per chi si è fatto 600km


sandrone 04 Dicembre 2019 09:08

Malissimo Laverone, bene Troiano e Gerbo, super Beretta... Si poteva fare meglio ma il Genoa resta una squadra di Serie A, ora sotto con l'Empoli


Davidw 04 Dicembre 2019 12:08

Certo che a noi ascolani non va bene mai un ............si fanno inutili e sterili polemiche su tutto.....chi voleva far giocare la formazione titolare.....chi diceva che avevamo già perso in partenza.... chi bla bla bla......io ho visto una partita come andava fatta....né di più né di meno...chi ancora crede di andare a Genova e credere di asfaltare questo e quello solo perché il Genoa si trova nei bassifondi della classifica oltre ad essere spocchioso è anche superficiale....x quante assenze potessero aver avuto resta sempre una squadra di serie a con valori tecnici differenti dai nostri e con giocatori da serie a......esempio banale pandev..nonostante credo i suoi 36 anni resta sempre un giocatore temibile e s è visto......ma di cosa c............stiamo parlando......a me interessa il campionato.....punto.........un ultima postilla la dedico s beretta.....IL MIO CALCIATORE PREFERITO.........UMILE TENACE SILENZIOSO E SEMPRE PRONTO........L HO DETTO TEMPO FA.......OPINIONE PERSONALE..POTREI FARE TRANQUILLAMRNTE A MENO DI DA CRUZ.....MA NON MI PRIVEREI MAI DI GIACOMO BERETTA!!!F.A.C.


Sarò sempre del settembre 04 Dicembre 2019 13:23

D'accordo con Asnkvola. Abbiamo si subito tre gol da una squadra di A, però con la difesa che ci troviamo, quei gol li subivamo anche dalla Montegiorgese che gioca in D....


Andrea 04 Dicembre 2019 14:56

Ma chi se se ne frega della coppa Italia scusate... È una rottura e basta, io sto con Zanetti ha fatto giocare chi non gioca mai e ha fatto bene e nonostante tutto siamo usciti a testa alta, io penso che chi è andato a Genova ieri non l'ho fatto per vedere vincere la squadra ma lo ha fatto per stare vicino alla squadra e vedere uno degli stadi più belli d'Italia. Quindi quello qua sopra ai commenti che dice che "il mister ha mancato di rispetto" a qualcuno è una bugia enorme! Il nostro allenatore avrà qualche difetto come tutti ma su una cosa non gli può dire niente nessuno: non ha mai mancato e non mancherà mai di rispetto alla nostra maglia! Certi tifosi davvero non li capisco proprio sono sempre pronti a fare polemica mah! Ieri Troiano è stato sensazionale e Petrucci è tornato quello delle prime partite invece di dire se è più forte l'uno o l'altro rengraziete dio che ce l'aveme tutte e do!


Ze 04 Dicembre 2019 23:33

Super Troiano. Non capisco i commenti di chi dice che non si può commentare perché altrimenti meritiamo solo categorie per inferiori. Boh


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni