Ascoli Calcio, Zanetti nono tecnico bianconero dal ritorno in B. Focus sui suoi predecessori

Redazione Picenotime

05 Giugno 2019

Paolo Zanetti (Fc-suedtirol.com)

Dopo aver firmato ieri sera a Milano un contratto biennale, Paolo Zanetti sarà ufficializzato a breve come nono allenatore dell'Ascoli da quando il club bianconero, nell'estate de 2015, è tornato in Serie B. Il 36enne tecnico veneto è stato preceduto in panchina da Vincenzo Vivarini, Serse Cosmi, Fulvio Fiorin, Enzo Maresca, Alfredo Aglietti, Paolo Cozzi (in coppia con Cesare Beggi), Devis Mangia e Mario Petrone. 

Analizziamo il loro rendimento, ricordando come Paolo Cozzi prese il posto di Devis Mangia dopo la gara di Novara del 7 Maggio 2016 affiancato dall'altro vice Cesare Beggi, insieme guidarono la squadra nelle ultime due gare di quel campionato chiuso con il raggiungimento della salvezza al "Picco" di La Spezia. Fulvio Fiorin, invece, ha lavorato al fianco di Enzo Maresca per le prime 15 gare del campionato cadetto 2017/2018, per poi guidare la squadra da solo nelle successive due partite con Cremonese e Perugia, fino all'esonero che ha fatto da preludio all'arrivo in panchina di Serse Cosmi.

1- Serse Cosmi, 32 punti in 25 partite (media 1.28) più due pareggi per 0-0 nei playout con la Virtus Entella

2- Devis Mangia, 36 punti in 29 partite (media 1.24)

3- Vincenzo Vivarini, 43 punti in 36 partite (media 1.19)

4- Alfredo Aglietti, 49 punti in 42 partite (media 1.16)

5- Mario Petrone, 10 punti in 11 partite (media 0,90)

6- Enzo Maresca-Fulvio Fiorin, 13 punti in 15 partite (media 0,86)

7- Fulvio Fiorin, 1 punto in 2 partite (0.50)

8- Paolo Cozzi-Cesare Beggi, 1 punto in 2 partite (0,50)

CLICCA QUI PER SCHEDA PAOLO ZANETTI

CLICCA QUI PER DICHIARAZIONI PULCINELLI SU CAMBIO ALLENATORE





© Riproduzione riservata

Commenti (12)

Tony 05 Giugno 2019 22:14

Benvenuto a Zanetti. Spero che Paolo riesca a fare e a dare di piu’ rispetto a Maresca (altro tecnico giovane visto di recente). Purtroppo ripartire da zero e’ sempre un rischio, ma e’ giusto che la nuova proprieta’ punti a fare ancora meglio. Penso che l’ingaggio di un tecnico giovane e preparato vada letto in quest’ottica. Zanetti pur essendo giovane ha comunque fatto bene negli ultimi due anni. Benvenuto.


D.B. 05 Giugno 2019 23:16

Dopo aver aver avuto tutti sti allenatori ne verrà fuori uno buono


Alvaro da Osimo 05 Giugno 2019 23:31

FORSE NON CAPISCO NIENTE, MA COME SI FA ' A DIRE
" VIVARINI UNO DI NOI" E POI LO MANDI VIA. QUESTE SONO LE PAROLE DEL PRESIDENTE. FORZA ASCOLI. UN SALUTO A SAN MARCO.


MIMMO 06 Giugno 2019 08:38

Leggo molti interventi dei tifosi che scongiurano il ripetersi di un Maresca 2. Secondo il mio parere la società ha fatto benissimo a scommettere su un’allenatore giovane ed emergente. Tra gli allenatori in circolazione i più quotati costano e non danno assolute garanzie. Mi auguro che a ZANETTI si dia la possibilità di lavorare serenamente e che non sia condizionato al primo risultato negativo parlando di esonero. Con Maresca, tutto sommato, la squadra giocava anche bene, solo che i giocatori non erano di buon livello. Lo stesso Cosmi, allenatore indiscusso e navigato, ha sofferto fino agli spareggi dopo aver avuto una posizione di classifica sempre in zona retrocessione. Quindi, invece di preoccuparsi di un Maresca 2, ricordiamoci di Giampaolo che è venuto senza neanche avere il patentino e ci ha fatto disputare un’ottimo campionato di serie A. Nell’anno dei record, MIMMO RENNA non aveva un passato glorioso. Rozzi puntò su di lui e fu una scelta incredibile. La storia di Mazzone poi la conoscono ormai tutti passando dai giovani alla prima squadra.
La Lazio qualche anno fa ha fatto fortuna promuovendo Inzaghi dalla Primavera alla prima squadra, Gattuso prima di approdare al Milan, dove ha fatto molto bene, ha allenato a Pisa senza peraltro grossi risultati, condizionato dai problemi interni la società. De Zerbi è stata un’altra bella scoperta. Non snobbiamo la serie C. Se ben quotata, è una risorsa di giovani giocatori e allenatori per le serie superiori. Il problema è scovarli prima della concorrenza senza strapagarli.


Pippo 06 Giugno 2019 09:46

Magari sarà l'allenatore buono per creare anche maggiori inserimenti/collaborazioni con la primavera. Spero che stabilisca subito un rapporto chiaro e sereno con il dt del settore giovanile


Trieste Bianconera 06 Giugno 2019 11:55

Saluto Alvaro da Osimo e Mimmo. Per certi versi avete entrambe ragione anche se io farei dei distinguo. Intanto potremmo titolare : AAA Nuovo Venturato e Marchetti cercasi. Tutti a parlare del "modello Cittadella" ma trovare in serie C un nuovo Venturato e un Ds che faccia lo stesso lavoro di Marchetti (esempio tipo portare via al mercato di gennaio due perle come Moncini e Diaw per pochi euro) è molto difficile. Poi quella piazza non pressa la società e chi ne fa parte ogni giorno e gli sta col fiato sul collo. Siamo onesti noi ad Ascoli attacchiamo subito se qualcosa non va (basta vedere il numero di allenatori cambiati come fossero calzini) e non abbiamo pazienza. Certo Costantino ci aveva abituati ai grandi palcoscenici e quando sei in prima classe se ti mettono in seconda storci il naso. Io ho sempre detto che Pulcinelli ha serie intenzioni ed è persona che può mettere basi solide da noi. Certo Zanetti è giovane di belle speranze e gli facciamo i migliori auguri che faccia bene ma non ha nessuna esperienza della serie B che è molto molto diversa dalla C. Credo che Vivarini si sia scontrato con la società perché chiedeva giocatori a garanzia per la prossima stagione che non rientravano nei piani evidentemente. Ora Vivarini non è Klopp o Guardiola ma non è neanche uno stupido. Non voleva andare ad affrontare la nuova stagione con un organico indebolito (sapendo che già aveva contro tanta tifoseria e sarebbe finito bruciato in poche settimane). Mimmo citi l'anno dei record con Renna ma sia a lui che a Carletto il nostro grande Costantino aveva fornito fior di giocatori e ben assortiti (ben inteso per quegli anni). L'allenatore anche se bravissimo senza giocatori amalgamati e di categoria non va da nessuna parte. Adesso attendiamo come la società si muoverà sul mercato perché da lì vedremo le reali intenzioni e che gruppo ne uscirà. Io dico francamente sono piuttosto preoccupato. Addae che non si riesce a trattenere, Ninkovic trattato dalla Spal, Ciciretti che cerca di trovare posto in qualche squadra di A o di B di prima fascia, Brosco appetito da molte società ecc... Insomma se non si trattengono le pedine base dello scacchiere e ogni anno si riparte da zero è un rebus. Possibile che Lecce e Cosenza stavano in C confermano allenatore e giocatori e fanno un grande campionato e addirittura il Lecce sale in A? Vedremo quanto si investirà sul mercato e poi si capirà se vedremo un bel Ascoli vivace e combattivo oppure dovremmo adattarci a un ulteriore campionato di sofferenza per salvarci. Statemi bene e Sempre e dovunque Forza Ascoli.


Giovanni Gennaretti 06 Giugno 2019 14:09

I paragoni con gli anni di Renna perdonatemi, non reggono, se non altro x il modo di giocare e giocatori, più estrosi di quelli di adesso, più giocolieri, altri tempi, credo che Pulcinelli abbia posto veramente le basi x il prox futuro, partendo dall'allenatore che sicuramente punterà in primis sui giovani e poi su gente d'esperienza ma non matusalemmi, un giusto mix per programmare i prossimi tre anni, e non mi pare poco, Vivarini, con tutto il rispetto è un allenatore x squadre da ultima spiaggia, non vedevo un Ascoli programmato da Cosmi, e non vedevo un Ascoli programmato da Vivarini, se non fatto x sette otto undicesimi di gente tra i ventotto trent'anni, aria giovane fresca stiamo parlando di sport agonistico, gli altri facciano calcio amatoriale, lo dice uno di 65anni, tutto ha un tempo e un limite, specie nell'agonismo sportivo. Ricordiamoci che in questi ultimi cinque anni all'inizio del girone di ritorno abbiamo pagato sempre dazio.


Abbasso i pesciari 06 Giugno 2019 14:58

Io ho sempre contestato Vivarini perché con una squadra così poteva tranquillamente fare i play-off .La mancanza di esperienza ,ha fatto si che commettesse alcuni errori .Adesso siamo andati a cercare un allenatore che non ha mai allenato in b di male in peggio


AF&FA. 06 Giugno 2019 17:47

Dopo la ripartenza con il Canadese (per fortuna arrivò lui) secondo me il miglior allenatore (anche x le difficolta del terremoto è stato Aglietti poi Mangia e Cosmi anche se la voglia costante di vincere mi faceva apprezzare anche Vivarini che purtroppo in B (campionato complicato) bisogna misurare sempre le forze! Speriamo che il giovanotto ci faccia vedere del buon calcio ma anche d'uttile!


MIMMO 06 Giugno 2019 19:22

Ciao Trieste bianconera. Ammiro la tua passione per questi colori per i continui interventi e che rispetto. Mazzone calza a perfezione la scelta di Pulcinelli. Affidare ad un’allenatore delle giovanili una prima squadra che non aveva disputato un buon campionato nell’anno precedente. Più scommessa di così. I giocatori che Mazzone si è trovato in squadra, tipo Bertarelli, Campanini ecc. non ricordo se erano già bravi quando sono giunti ad Ascoli. Campanini per esempio non era più giovanissimo e dagli almanacchi non mi risulta essere stato un fenomeno. Per quanto riguarda la squadra messa a disposizione di Mimmo Renna, tolto Adelio Moro che avrebbe meritato la nazionale, non venirmi a dire che Pasinato, Greco, Ambu, Roccotelli, un rigenerato Quadri erano dei fenomeni quando sono stati acquistati. Non erano noti ma quel mago di Renna ne fecero dei fenomeni. Meglio non parlarne che mi viene ancora la “pelle d’oca” al solo pensiero. Carissimo, come ho sempre scritto, i giocatori forti fanno la differenza ma senza un bravo allenatore in panchina non si vince nulla. Gasperini deve essere l’esempio per tutto il calcio italiano. L’Inghilterra ha puntato alla rinascita internazionale del suo calcio ingaggiando i migliori allenatori in circolazione.


Trieste Bianconera 07 Giugno 2019 05:53

Ciao Mimmo adesso puntando su un allenatore giovane dovrebbero di logica anche abbassare l'età media dell'organico e penso che arrivando dalla C saranno segnalati giovani da lì. Se Zanetti creerà l'amalgama col gruppo vedremo finalmente la nostra squadra nelle parti alte della parte sinistra della classifica. Mannaggia a te Mimmo che mi snoccioli i nomi di Moro, Pasinato, Greco e mi fai ricordare quando ero un ragazzetto e partivo col treno e zainetto in spalla per vedere quella fantastica squadra. Adesso i capelli sono mezzi grigi mezzi bianchi ma siamo sempre qui con lo stesso entusiasmo a sostenere la mostra squadra. Stammi bene. Sempre e dovunque Forza Ascoli


MIMMO 07 Giugno 2019 09:51

Veramente bei tempi carissimo amico mio Trieste bianconera. Erano i tempi dell’austerity con le targhe alterne la Domenica. L’unico modo per andare allo stadio erano i bus che riempivano il parcheggio antistante. Tutte le domeniche stadio pieno. Quante volte si arrivava a mezzogiorno per prendere posto a sedere in curva sud sopra gli ingressi per non vedere la partita in piedi. Quando poi si dice che l’amore per questi colori ti fa dimenticare ogni sacrificio ed ogni problema


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni