01 INTESTAZIONE - vuoto
  • News
  • Coronavirus, sindaci Ascoli Piceno e Colli del Tronto: ''Confermate manifestazioni Carnevale''

Coronavirus, sindaci Ascoli Piceno e Colli del Tronto: ''Confermate manifestazioni Carnevale''

di Redazione Picenotime

sabato 22 febbraio 2020

Il sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti, in merito all'emergenza Coronavirus che ha portato a scopo precauzionale al rinvio del match del campionato di Serie B Ascoli-Cremonese in programma allo stadio "Del Duca", ha partecipato alle ore 16 ad un vertice all'ospedale "Mazzoni" con i massimi dirigenti dell'Asur Marche.

"Il direttore Cesare Milani ed i suoi collaboratori mi hanno confermato che non ci sono casi di Coronavirus nella provincia di Ascoli Piceno - ha dichiarato il primo cittadino via social -. Mi hanno chiesto di non creare allarmismi e di invitare la cittadinanza ad utilizzare i numeri telefonici ufficiali dell'apparato medico per avere informazioni in merito, anche su eventuali sintomi sospetti (1500 e 118), senza recarsi direttamente al Pronto Soccorso. Abbiamo, inoltre, convocato oggi in Comune una task-force con la Protezione Civile e la Polizia Municipale per cercare di tenere sotto controllo la città, mettendo in campo tutte le azioni cautelative. In questo momento non ci sono emergenze, ma vista la situazione nazionale cerchiamo di monitorare e di preparare la struttura per eventuali problematiche in corso. Sono in costante contatto con il prefetto e con il direttore Milani. La situazione in città è comunque sotto controllo, confermiamo tutte le manifestazioni del Carnevale, rispettando sempre le direttive che ci arrivano dal Ministero della Salute e dalla Presidenza del Consiglio". 


Ecco invece quanto dichiarato dal sindaco di Colli del Tronto Andrea Cardilli: "Questa mattina il Gores (Gruppo Organizzativo Regionale Emergenze Sanitarie) della regione Marche ha indicato la sospensiva della partita Ascoli-Cremonese in programma ad Ascoli Piceno oggi pomeriggio con la motivazione seguente "tutela della salute pubblica", visto che squadra, staff tecnico e tifosi provengono dalla zona più contaminata d Italia. Come amministratori ci siamo dovuti interrogare sul fatto che la squadra abbia soggiornato per due giorni presso la struttura ricettiva di Villa Picena dove questa sera è prevista una festa di Carnevale con 2000 persone. Abbiamo passato una giornata al telefono con le massime autorità politiche e sanitarie regionali preoccupati per i pericoli a cui potrebbero essere esposti i cittadini. E' di pochi minuti fa la risposta dello stesso Gores che ci dice che si può fare la festa senza pericoli e problemi di incolumità considerando che gli stessi soggetti dentro uno stadio potevano rappresentare un pericolo, in albergo e per le vie di Colli del Tronto no".

Ecco la risposta ufficiale del Gores alla sollecitazione del sindaco di Colli del Tronto, una nota a firma del Dott. Mario Caroli, referente sanitario Regione Marche e coordinatore del Gores: "In relazione alla richiesta di chiarimenti sullo svolgimento della festa di Carnevale in oggetto, il comitato Gores ha valutato che non ci sono rischi sanitari che richiedano la sospensione della manifestazione, in coerenza anche con quanto comunicato dal direttore del servizio di igiene sanità pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell'Area Vasta 5 dell'Asur e non vi sono indicazioni nazionali che controindichino l'organizzazione di tali manifestazione a carattere pubblico ricreativo. Il Consiglio dei Ministri è al momento riunito per valutare indicazioni in materia, in coerenza con l'evolversi della situazione sul territorio nazionale che saranno divulgate appena disponibili".


Marco Fioravanti

Marco Fioravanti

© Riproduzione riservata

Commenti

Mario
martedì 25 febbraio 2020

Condivido quello che ha dichiarato il Sindaco di Colli Del Tronto