• News
  • Capitaneria di Porto San Benedetto, salvati 6 diportisti con imbarcazione a vela alla deriva

Capitaneria di Porto San Benedetto, salvati 6 diportisti con imbarcazione a vela alla deriva

di Redazione Picenotime

martedì 04 agosto 2020

Nel pomeriggio di oggi è giunta una segnalazione sul numero 1530 di Emergenza in mare della Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto, circa la richiesta di assistenza a causa di avaria del motore di un’imbarcazione a vela di 50 piedi, con a bordo sei diportisti di cui tre minorenni.  Nel frattempo l’unità a causa del repentino peggioramento delle condizioni meteo marine che la spingevano verso l’alto mare, ha rotto le vele ed in balia del mare si trovava al traverso di Porto San Giorgio a circa 8 miglia dalla costa, completamente alla deriva con impossibilità di governare. 

Riscontrato il peggioramento delle condizioni meteo-marine in zona, con forti raffiche di vento, grandine e onde altre quasi 4 metri, la Sala Operativa della Capitaneria di porto San Benedetto del Tronto ha disposto l’immediato intervento della unità SAR CP 843 di San Benedetto del Tronto e della motovedetta CP 727 appartenente all’Ufficio Circondariale marittimo di Porto San Giorgio. 

I mezzi, una volta raggiunta l’imbarcazione hanno provveduto inizialmente nel mettere in sicurezza i minorenni e il resto dell’equipaggio mediante il trasbordo degli stessi a bordo della Motovedetta CP 843 e, in un secondo momento, hanno fornito assistenza alle operazioni di rimorchio assicurate attraverso il pronto intervento sul posto del Motopesca Roberta, dirottato sul posto dall’attività di pesca dalla Sala Operativa della Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto. 

Al convoglio così costituito, scortato da un’ulteriore Motovedetta CP731, vista l’intensità delle raffiche di vento e lo stato del mare, è stato assegnato come porto di rientro San Benedetto del Tronto. 

L’equipaggio, rassicurato dopo il grande spavento, è stato accompagnato presso i locali della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto e, accertato il loro stato di buona salute, ha fatto rientro presso il proprio.

Il dispositivo messo in atto dal Corpo della Capitanerie di Porto Guardia Costiera costituisce la massima espressione dell’espletamento dei compiti di Ricerca e Soccorso (SAR) volto alla tutela e alla salvaguardia della vita umana in mare. Si raccomanda a tutti gli utenti del mare prima di intraprendere qualsiasi navigazione di effettuare un controllo preventivo delle condizioni meteo marine e un verifica delle dotazioni di sicurezza presenti a bordo, così da non incorrere in situazioni di potenziale pericolo. 


32 NEWS BASSO - PANCAFFE

© Riproduzione riservata

Commenti