01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Ascoli Time
  • De Matteis: “Ascoli-Perugia sfida da brividi. Conosco bene Guberti e Comotto”

De Matteis: “Ascoli-Perugia sfida da brividi. Conosco bene Guberti e Comotto”

di Redazione Picenotime

venerdì 13 novembre 2015

In vista del match Ascoli-Perugia in programma Domenica 15 Novembre allo stadio "Del Duca" vi proponiamo le dichiarazioni rilasciate in esclusiva ai colleghi di Umbriatv.com/Grifotube a Giovanni Paolo De Matteis, alla sua terza stagione da team manager del Napoli dopo aver vissuto otto campionati ad Ascoli (sei con lo stesso ruolo che sta ricoprendo nel capoluogo campano e due da direttore sportivo).

"Ascoli-Perugia sarà una sfida da brividi, soprattutto per i padroni di casa che sono in un momento difficilissimo. L’ambiente al Del Duca sarà caldissimo e i tifosi, almeno all’inizio, potrebbero essere l’arma in più dei bianconeri anche se poi dipenderà da come si metterà la gara. Ora c’è stato il cambio di allenatore, la società ha scelto Mangia ed è giusto dargli tempo, anche se contro il Perugia sarà durissima - ha dichiarato De Matteis -. Il più grande acquisto del Perugia, e di certo tra i più importanti del campionato, sarà Guberti. Lo conosco molto bene perché qui ad Ascoli esordì nella massima serie, prelevato dalla Torres insieme a Pesce, e al primo anno tra i big fece subito vedere tutte le sue qualità. Giocava da esterno offensivo, saltava sempre l’uomo ed era devastante nell’uno contro uno. Oltre a una tecnica di categoria superiore oltretutto ha anche potenza aerobica, forza e corsa: tutte caratteristiche fondamentali in B. Un ragazzo introverso, con l’orgoglio tipico della Sardegna dove è cresciuto, ma che può recitare il ruolo del leader nello spogliatoio e con i più giovani perché ha personalità e in campo non ha mai paura di rischiare la giocata. Comotto? Un altro ragazzo stupendo che ho avuto il piacere di conoscere ad Ascoli, sempre in A: non mi stupisce che a 37 anni sia ancora tra i migliori quando scende in campo".

Il 45enne team manager del Napoli ha parlato anche degli obiettivi del Perugia di Bisoli e di Marco Fossati, 23enne centrocampista del Cagliari che ha vestito sia la maglia del Perugia che quella dell'Ascoli: "Vincere il campionato o arrivare ai playoff non è mai facile perché a differenza della massima serie, dove certe gerarchie si fanno sentire, la B è davvero equilibratissima. La dimostrazione è il Carpi della passata stagione o il Crotone di quest’anno, che se ha preso lo svincolato Palladino dimostra di crederci e di voler ripercorrere le gesta degli emiliani. Il Grifo quest’anno ha puntato su un allenatore diverso da Camplone, che comunque ha fatto bene esprimendo un bel calcio. Le squadre di Bisoli non mollano mai e sono compatte, doti importantissime per questo torneo che lui conosce come pochi. Ha un organico competitivo e può lottare per i playoff, anche se il campionato è lunghissimo e a gennaio col mercato tutto può essere stravolto, perché alcune rose cambiano totalmente fisionomia - ha aggiunto De Matteis -. Fossati? Lo prendemmo ad Ascoli dopo un anno di C a Latina e fece molto bene malgrado in alcuni frangenti peccò di inesperienza, con alcune espulsioni di troppo in momenti importanti. Ma parliamo di uno che in B fa la differenza". 


Clicca qui per leggere l'intervista completa a De Matteis


De Matteis intervistato da Piceno Time

De Matteis intervistato da Piceno Time

© Riproduzione riservata

Commenti