01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Ascoli Time
  • Ascoli-Perugia 0-1, Lisi punisce un brutto Picchio. Quinta sconfitta al ''Del Duca''

Ascoli-Perugia 0-1, Lisi punisce un brutto Picchio. Quinta sconfitta al ''Del Duca''

di Redazione Picenotime

sabato 05 febbraio 2022

L'Ascoli affronta il Perugia allo stadio "Del Duca" nella gara valevole per la ventunesima giornata del campionato di Serie B. Bianconeri reduci da due successi in trasferta contro Ternana e Cosenza, i biancorossi hanno invece perso 1-0 al "Curi" con il Pordenone prima del weekend di sosta per gli impegni delle Nazionali.

Alvini conferma il 3-5-2 con Chichizola tra i pali e la difesa composta da Sgarbi, capitan Angella e Dell'Orco. Sugli esterni Falzerano e Lisi, in cabina di regia Santoro coadiuvato da Segre e Kouan. Coppia d'attacco formata da Matos e De Luca. Sottil punta sul 4-3-3 con capitan Leali in porta e la retroguardia composta da Salvi, Bellusci, Quaranta e Falasco. Linea mediana con Saric, Caligara e Maistro, tridente offensivo composto da Ricci, Iliev e Bidaoui. Discreta affluenza di pubblico con quasi 200 tifosi umbri nel Settore Ospiti. In Tribuna "Mazzone" esposto uno striscione "Luigi sempre con noi" in ricordo del tifoso bianconero morto nel match d'andata al "Curi" per un arresto cardiaco. 




Kouan gioca più alto in avvio rispetto a Santoro e Segre trasformando il modulo dei biancorossi in 3-4-1-2. Conclusioni deboli dal limite prima di Matos e poi di De Luca, nessun problema per Leali. Al quarto d'ora botta col destro dalla lunghissima distanza di Maistro che non termina troppo distante dal palo. Vengono ammoniti in serie Angella e Iliev, duello molto fisico tra i due. Al 21' il Grifone colpisce il palo con un rasoterra in area di De Luca deviato da Bellusci. Subito dopo punizione laterale di Maistro, sponda di Quaranta per Bellusci, la palla arriva a Saric che dal limite spara a lato anche in virtù di un tocco col ginocchio di Dell'Orco. Al 26' la squadra di Alvini passa in vantaggio con una perfetta punizione a giro col destro di Lisi da posizione centrale (terzo gol in campionato per l'ex Pisa). Poco dopo la mezzora umbri di nuovo pericolosi con una girata in area di Kouan di poco sopra la traversa. Si accende Bidaoui al 33', serpentina e puntata da posizione laterale che sfila a lato. Nel finale di prima frazione tenta il forcing il Picchio ma manca sempre la precisione nell'ultimo passaggio. 

Ad inizio ripresa Sottil schiera D'Orazio al posto di un Falasco in affanno. Al 55' esce anche un deludente Ricci, dentro Tsadjout. Gara sempre molto fisica e spezzettata, con gli ospiti decisi su tutti i contrasti. Al 63' Matos sfrutta un'indecisione dei centrali bianconeri, arriva in area e sfiora il palo con un tocco d'esterno. Al 65' spazio a De Paoli e Collocolo per Iliev e Saric, Alvini punta sugli ultimi arrivati Beghetto ed Olivieri al posto di Lisi e Matos. Perugia ancora pericoloso con un'incornata di Sgarbi di poco alta su corner dalla destra. Al 73' uscita bassa decisiva in area di Leali su Olivieri in sospetta posizione di offisde. Entra anche il classe 2003 Palazzino per un Maistro colpito da crampi. Scampolo di gara anche per Ferrarini e Carretta per Falzerano e De Luca. Al minuto 81 sinistro interessante dai 20 metri di Caligara che va a sbattere sui cartelloni pubblicitari dopo una deviazione di Angella. Nel finale Alvini inserisce l'esperto Burrai al posto di un ottimo Kouan. Al 90' D'Orazio non inquadra lo specchio con un potente sinistro di controbalzo dal vertice dell'area. Il Perugia gestisce con esperienza i quattro minuti di recupero e per l'Ascoli arriva la settima sconfitta stagionale, la quinta tra le mura amiche. I bianconeri restano a quota 32 punti in classifica in vista del prossimo match interno contro il Como. 



TABELLINO E PAGELLE

ASCOLI-PERUGIA 0-1

ASCOLI (4-3-3): Leali 5.5; Salvi 5.5, Bellusci 6, Quaranta 6, Falasco 5 (46' D'Orazio 5.5); Saric 5,5 (65' Collocolo 5.5), Caligara 5, Maistro 5 (75' Palazzino 5.5); Ricci 5 (55' Tsadjout 5.5), Iliev 5 (65' De Paoli 5), Bidaoui 5. A disposizione: Guarna, Bolletta, Tavcar, Baschirotto, Buchel, Eramo, Paganini. Allenatore: Sottil 5.

PERUGIA (3-5-2): Chichizola 6; Sgarbi 6.5, Angella 6.5, Dell'Orco 7; Falzerano 6.5 (76' Ferrarini 6), Segre 6.5, Santoro 6.5, Kouan 7, Lisi 7 (65' Beghetto 6); Matos 6 (65' Olivieri 6), De Luca 6.5 (76' Carretta 6). A disposizione: Fulignati, Rosi, Zanandrea, Gyabuaa, Murgia, Ghion, D'Urso. Allenatore: Alvini 7.5.

Arbitro: Marcenaro di Genova 6

Var: Serra di Torino

Rete: 26' Lisi

Spettatori: 3374 per 30.823 euro di incasso


© Riproduzione riservata

Commenti

ceascu
sabato 05 febbraio 2022

Il Perugia ha meritato ma la differenza l’hanno fatta i portieri uno moderno è uno da biliardino


il conte
sabato 05 febbraio 2022

io l ho sognato fac fac io ci credo fac fac forza remo fac fac sognatore errante


gio
sabato 05 febbraio 2022

Squadra che vince non si cambia, perché iliev Ricci salvi? Poi perché così spregiudicati con una squadra come il Perugia? Era meglio un collocolo in più e un Ricci in meno all’inizio. Loro fisicamente di un altro pianeta e sempre in superiorità numerica a centrocampo viato il nostro schieramento. Hanno poi vinto tutti i duelli personali. Sottil Bidaoui iliev falasco Ricci salvi maistro voto 4


In totale ci sono 45 commenti. Fai click sul pulsante per continuare la lettura o commentare l’articolo.