01 INTESTAZIONE - vuoto
  • Serie B
  • Serie B 32° turno: il Lecce vola verso la A. Successi pesanti per Pordenone e Cremonese

Serie B 32° turno: il Lecce vola verso la A. Successi pesanti per Pordenone e Cremonese

di Redazione Picenotime

lunedì 05 aprile 2021

Le vittorie interne di Salernitana, Ascoli e Pordenone ed i successi esterni di Lecce e Cremonese spiccano nelle gare della 32esima giornata del campionato di Serie B, tutte giocate nel Lunedì dell'Angelo. 

CLICCA QUI PER TABELLINO E CRONACA ASCOLI-VICENZA 2-1

Empoli-Chievo (rinviata)

L’arbitro Orsato manda tutti a casa e dichiara sospesa la gara del "Castellani" con l’Empoli che non si è presentato a causa dei tanti positivi al Coronavirus. A questo punto il direttore di gara farà il suo referto e domani arriverà il verdetto del Giudice Sportivo. Al momento, e fino a disposizione del Giudice Sportivo, il risultato non sarà omologato, ma sicuramente arriverà il 3-0 a tavolino per i clivensi. A quel punto starà all’Empoli avviare il ricorso facendo valere le proprie ragioni con la documentazione dell’ASL. 

Pordenone-Entella 3-0

Inizia nel migliore dei modi l’avventura di Domizzi sulla panchina del Pordenone. Pronti via e la compagina neroverde trova la via della rete con Ciurria che al 4' batte Borra e indirizza il match sui binari giusti per i “ramarri”. La Virtus Entella prova a reagire ma i padroni di casa tengono bene il campo e raddoppiano con Musiolik al 31': Misuraca supera un avversario in dribbling, lascia a Ciurria che con un cross perfetto trova lo stacco vincente di Musiolik. Nella ripresa Vivarini si gioca la carta De Luca al posto di Morosini ma la partita della “zanzara” dura appena 15 minuti. Il giocatore della Virtus Entella rimedia due ammonizioni e l’arbitro Meraviglia lo rimanda nello spogliatoio anzitempo. Il Pordenone controlla il match e trova il tris in pieno recupero con Butic. Virtus Entella che rimane all’ultimo posto a quota 22, Pordenone che sale a 37 con una gara ancora da recuperare.

Cittadella-Reggina 1-1

Un punto a testa per Cittadella e Reggina. Finisce 1-1 al Tombolato, risultato che in fondo soddisfa entrambi: i granata di casa dovevano uscire dal tunnel degli ultimi risultati negativi, gli ospiti danno continuità al successo di Venezia. L’inizio è di marca calabrese, con buone incursioni che impegnano la retroguardia del Cittadella. Nella prima mezzora le squadre si studiano, poi il match si sveglia: prima un bolide di Edera che impegna Kastrati poi una girata di Tsadjout che obbliga Nicolas alla parata a terra nel giro di un minuto. In avvio di ripresa, alla prima azione, gli uomini di Venturato sbloccano il risultato con Beretta che raccoglie un servizio di Tsadjout e mette in rete da pochi passi. Sulle ali dell’entusiasmo c’è un’altra opportunità per D’Urso che su tiro cross sfiora la traversa. Pavan poco dopo manda alle stelle da pochi passi. La reazione dei calabresi non tarda ad arrivare ma Edera si mangia il pari, solo a due metri dalla linea bianca, mancando l’aggancio su cross di Situm. Ma al quarto d’ora ecco il pareggio firmato in mischia da Bianchi. L’ultima chance degna di nota al 73', quando Tsadjout sfiora il gol con una girata in area.

Cosenza-Cremonese 0-1

Va alla Cremonese lo scontro diretto del “San Vito-Marulla”. Il Cosenza non dà seguito al successo di venerdì scorso contro l’Ascoli e vede la zona che vale la salvezza diretta allontanarsi. Prendono ossigeno i grigiorossi, trascinati verso i tre punti dalla marcatura di Strizzolo giunta al minuto 41' del primo tempo: l’attaccante ha girato alle spalle di Falcone irrompendo su un preciso servizio di Gaetano. Anche tre legni durante la partita: due colpiti dal Cosenza (Gliozzi nel primo tempo e Tiritiello nel finale) e uno dalla formazione di Pecchia (conclusione di Castagnetti deviata da Falcone nel recupero del secondo tempo).

Monza-Pescara 1-1

Il Monza perde terreno dalla zona che vale la promozione diretta, il Pescara con un bel secondo tempo conquista un prezioso e meritato pareggio allo U-Power Stadium. Dopo un avvio incerto e aver mancato il vantaggio in due occasioni al 23' sugli sviluppi di un angolo è Frattesi con un preciso stacco di testa a battere Fiorillo. Al 40' Pescara vicino al pareggio con un veloce contropiede concluso con una fucilata di Capone respinta da Di Gregorio. Un minuto dopo Vokic cerca la porta dai 25 metri ma la palla finisce di poco sopra la traversa. Prima del riposo, da un angolo calcia a lato Boateng. Nella ripresa da segnalare al 10' la conclusione di Capone fra le braccia di Di Gregorio e al 20' la preziosa girata di Armellino che da l’illusione del gol. Al 24' Di Gregorio salva la porta sulla botta di Masciangelo. Al 27' la pressione dei pescaresi è premiata dal gol di Ceter che sfrutta un errore di Pirola su un traversone di Bellanova per battere Di Gregorio. Nel finale vano il forcing biancorosso, Brocchi vede allontanarsi il Lecce mentre il Pescara sale a 27 in classifica.

Pisa-Lecce 0-1

Il Lecce passa a Pisa 1-0 al termine di una partita molto equilibrata per i giallorossi èla sesta vittoria consecutiva, mentre per i nerazzurri è la seconda gara senza punti. Il primo tempo si apre con il Lecce all’attacco e al 2' Hjulmand dal limite mette fuori di poco. Il Pisa si vede al 19' con De Vitis che da oltre 30 metri impegna Gabriel. Al 30' i padroni di casa reclamano un rigore per un presunto fallo di Maggio su Palombi, ma l’arbitro lascia correre e nell’occasione viene espulso l’allenatore D’Angelo. Al 44' Mazzitelli mette fuori dal limite. Al 45' un tentativo di Hjulmand è bloccato da Gori. Nella ripresa al 6' Pettinari calcia alto da buona posizione. Al 30' fallo di Mazzitelli su Henderson: rigore trasformato da Coda che fissa il punteggio sullo 0-1 finale e permette ai salentini di allungare sul Monza.

Reggiana-Brescia 2-2

Pari e spettacolo tra Reggiana e Brescia, con i granata che hanno ottenuto il punto al 96'. Il primo tempo finisce con le Rondinelle in vantaggio, ma con una Reggiana sempre in partita. Kargbo nella prima parte della gara pecca di precisione al momento del tiro così ecco il vantaggio del Brescia: siamo al 30', rimessa laterale in favore della Reggiana, Spalek recupera, palla a Ndoj, poi ecco l’incursione centrale di Bjarnason con imbucata per Ragusa, Ajeti uscendo libera un po’ di spazio e Ayè è lesto a piazzare un sinistro a fil di palo. Nel secondo tempo, pronti, via, e i granata trovano il pari: angolo di Radrezza, Joronen si supera su Kargbo, ma nulla può sul tap-in di Zamparo, che segna il primo gol in B della sua carriera. Al 74' annullato un gol per fuorigioco a Mazzocchi e poco dopo arriva la rete lombarda: Martella crossa, Kirwan non è molto reattivo e Mateju ne approfitta per portare avanti i suoi. Ma al 96', nell’ultima palla della gara, Varone trova il gol su servizio di Kargbo che fissa il punteggio sul definitivo 2-2.

Spal-Venezia 1-1

Gara vivace tra Spal e Venezia con gli ospiti che recriminano per i due legni colpiti ma il finale è 1-1. La Spal ne cambia cinque rispetto allo scorso turno e deve rinunciare anche a Valoti uscito contuso da Verona, il mister ospite Zanetti recupera il bomber Forte e Mazzocchi che ha scontato il turno di squalifica. Il Venezia pressa alto e la Spal fatica ad imporre il proprio gioco. Estensi in vantaggio al 42' con un bel gol realizzato da Di Francesco (quarto gol stagionale). Il vantaggio però dura poco e allo scadere del primo minuto di recupero il Venezia pareggia con un colpo di testa dell’ex Ceccaroni. Nella ripresa la squadra lagunare preme e colpisce una traversa al 12' con Modolo e un clamoroso palo al 25' con Johnsen con Berisha battuto ma il risultato non cambia e le due squadre consolidano la zona playoff.

Salernitana-Frosinone 1-0

I ciociari partono forte, ma sono i padroni di casa ad avere le occasioni migliori: al 26’ Tutino serve Andre Anderson dall’altezza del dischetto, ma il tiro del numero 18 finisce a lato di pochissimo. I granata hanno un’altra chance su una punizione a due (retropassaggio di Szyminski intercettato con le mani da Bardi) al 38’, ma il portiere ciociaro chiude bene sempre su Anderson. Al primo minuto di recupero sempre Bardi salva due volte, prima su Tutino e poi su Casasola. Al 55’ la Salernitana passa in vantaggio: al termine di una bella azione, Cicerelli riceve palla in area sulla destra, si accentra e insacca con un tiro a giro. Il Frosinone si fa vedere prima con Iemmello (conclusione di prima fuori non di molto) e poi con Ciano, il cui sinistro è centrale e facile per Belec. Al 75’ Cicerelli prova a bissare il gol dell’1-0, ma il suo destro a giro questa volta finisce alto.

SERIE B 32° TURNO: PORDENONE-ENTELLA 3-0, ASCOLI-VICENZA 2-1, PISA-LECCE 0-1, COSENZA-CREMONESE 0-1, EMPOLI-CHIEVO (rinviata), MONZA-PESCARA 1-1, CITTADELLA-REGGINA 1-1, REGGIANA-BRESCIA 2-2, SPAL-VENEZIA 1-1, SALERNITANA-FROSINONE 1-0

CLASSIFICA SERIE B

59 EMPOLI**

58 LECCE

54 SALERNITANA

52 MONZA

50 VENEZIA

47 SPAL

46 CITTADELLA

45 CHIEVO*

43 BRESCIA

41 VICENZA

41 REGGINA

40 PISA*

39 FROSINONE

39 CREMONESE*

37 PORDENONE*

32 COSENZA

31 ASCOLI

31 REGGIANA

27 PESCARA

22 ENTELLA

* Cremonese, Pordenone, Chievo e Pisa una gara in meno

** Empoli due gare in meno

33° TURNO: CHIEVO-PISA, REGGIANA-EMPOLI, FROSINONE-CITTADELLA, ENTELLA-SALERNITANA, CREMONESE-PORDENONE, ASCOLI-MONZA, BRESCIA-PESCARA, REGGINA-VICENZA, LECCE-SPAL, VENEZIA-COSENZA

34° TURNO: PORDENONE-FROSINONE, SPAL-ASCOLI, CITTADELLA-CHIEVO, EMPOLI-BRESCIA, PESCARA-ENTELLA, MONZA-CREMONESE, PISA-COSENZA, VICENZA-LECCE, REGGINA-REGGIANA, SALERNITANA-VENEZIA

35° TURNO: COSENZA-PESCARA, SALERNITANA-MONZA, BRESCIA-SPAL, CREMONESE-REGGINA, FROSINONE-PISA, REGGIANA-PORDENONE, ASCOLI-EMPOLI, ENTELLA-VICENZA, VENEZIA-CHIEVO, LECCE-CITTADELLA

36° TURNO: PISA-VENEZIA, EMPOLI-COSENZA, MONZA-LECCE, PORDENONE-SALERNITANA, REGGINA-ASCOLI, CHIEVO-CREMONESE, VICENZA-BRESCIA, PESCARA-REGGIANA, SPAL-FROSINONE, CITTADELLA-ENTELLA 

37° TURNO: VENEZIA-PORDENONE, ENTELLA-CHIEVO, CREMONESE-PESCARA, SALERNITANA-EMPOLI, FROSINONE-VICENZA, BRESCIA-PISA, LECCE-REGGINA, COSENZA-MONZA, REGGIANA-SPAL, ASCOLI-CITTADELLA

38° TURNO: CITTADELLA-VENEZIA, SPAL-CREMONESE, EMPOLI-LECCE, CHIEVO-ASCOLI, PESCARA-SALERNITANA, PISA-ENTELLA, REGGINA-FROSINONE, MONZA-BRESCIA, PORDENONE-COSENZA, VICENZA-REGGIANA. 


Foto da Legab.it

Foto da Legab.it

© Riproduzione riservata

Commenti

Approfondisci