• Serie B
  • Como-Cittadella 1-2, Gattuso: “Difficile trovare motivazioni”. Gorini: “Abbiamo ancora lo scontro diretto con l'Ascoli”

Como-Cittadella 1-2, Gattuso: “Difficile trovare motivazioni”. Gorini: “Abbiamo ancora lo scontro diretto con l'Ascoli”

di Redazione Picenotime

sabato 09 aprile 2022

Al termine del match vinto dal Cittadella contro il Como allo stadio "Sinigaglia" nella 34esima giornata del campionato hanno parlato in sala stampa i due allenatori Giacomo Gattuso ed Edoardo Gorini

GORINI: "Anche dopo il pareggio con il Perugia non abbiamo mai smesso di credere ai playoff. La vittoria di oggi ci regala tre punti importanti per lo spirito del gruppo e per le motivazioni. Mancano ancora quattro gare ed è giusto onorare il campionato fino alla fine vincendo più gare possibili, tireremo le somme all'ultima giornata ricordandoci che abbiamo ancora un importante scontro diretto con l'Ascoli da giocare mentre con il Frosinone siamo in vantaggio nel doppio confronto. Siamo stati nei playoff per quasi tutta la stagione poi purtroppo abbiamo attraversato un periodo difficile. L'importante è non mollare ed oggi la squadra lo ha dimostrato. Baldini? E' un giocatore di categoria superiore anche se a volte si accontenta e si piace troppo. Ne potrebbe fare 20 di gol a stagione, ci stiamo lavorando, dovremo motivarlo per farne altrettanti anche nella prossima gara con l'Alessandria dopo la doppietta odierna. Noi vogliamo sempre giocare a calcio essendo propositivi ed aggressivi, oggi ci è riuscito, altre volte abbiamo fatto più fatica. L'importante è mantenere la nostra identità, così possiamo mettere in difficoltà qualsiasi avversario". 

GATTUSO: "Le motivazioni sono tutto, dopo la sconfitta contro il Parma ora è difficile trovarne. quando i punti contano meno, non è semplice disputare grandi prestazioni. L’impegno c’è stato, non dico di no, non credo proprio che la squadra si sia risparmiata. Anzi, abbiamo anche lottato: abbiamo recuperato subito, poi abbiamo subìto un altro grande gol. In seguito, non abbiamo avuto la forza per riportare la partita in parità. Tutto sommato, la prestazione, seppur non eccelsa, è stata dignitosa. Credo anche che a questo punto della stagione le energie siano un po’ mancate. Tre giorni fa a Parma non è stato un impegno semplice. A Parma abbiamo disputato una grande partita, contro il Cittadella abbiamo risentito un po’ di quella fatica. Ovvio, se fossimo una squadra costruita per vincere, allora questa sarebbe una partita negativa. Ma siamo salvi, a detta di molti dovevamo retrocedere: il percorso è chiaro ed è da vedere. Ogni punto, anche i pareggi, ce li siamo conquistati con grande fatica, cuore e determinazione. Se avessimo vinto a Parma, avremmo avuto altre motivazioni, che nel calcio sono determinanti. Dovrei rivedere i due episodi delle espulsioni, al momento non mi sono sembrati falli così gravi o che potessero portare a un’espulsione, ma magari sbaglio. Tra l’altro, tutto è avvenuto in una partita che è stata tutto, tranne che cattiva: l’arbitro mi è sembrato un po’ fiscale. Difesa a 3? Era molto rischioso mettere uno tra Varnier e Scaglia, ma avrei giocato così comunque. I due difensori potrebbero rientrare a Pisa, spero di riaverli entrambi. Ancora gol belli? Anche oggi ne abbiamo visti due, bellissimo il nostro con Ciciretti. Sono davvero soddisfatto di quanto hanno prodotto i nostri attaccanti, trenta gol. Li abbiamo utilizzati tutti, tutti sono stati produttivi. Vuol dire che siamo entrati in area tante volte  per segnare tanto con loro. E credo sia un aspetto non da poco, da mettere in risalto".


Giacomo Gattuso

Giacomo Gattuso

© Riproduzione riservata

Commenti