01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Eventi e Cultura
  • Amat, a Grottammare prende il via il cartellone teatrale ''Energie Vive 2022''

Amat, a Grottammare prende il via il cartellone teatrale ''Energie Vive 2022''

di Redazione Picenotime

giovedì 27 gennaio 2022

Prende il via venerdì 28 gennaio Energie Vive 2022, cartellone del Teatro delle Energie di Grottammare proposto dal Comune con l’Associazione Profili Artistici e l’AMAT e con il contributo di MiC e Regione Marche e con appuntamenti inseriti nell’ambito delle Celebrazioni del V Centenario della nascita di Sisto V promosse dalla Regione.

Presentato dal sindaco di Grottammare Enrico Piergallini con Eugenio Olivieri di Profili Artistici, Gino Troli e Gilberto Santini, presidente e direttore AMAT e con l’assessore regionale alla cultura Giorgia Latini, Energie Vive nasce dall’idea del coinvolgimento e della complicità delle forze culturali locali, anche attraverso la co-gestione dello spazio.

Cinque i titoli in cartellone, fino al 23 aprile. Apertura, venerdì 28 gennaio, con “Le tre vecchie” di Alejandro Jodorowsky realizzato dalla compagnia ascolana Teatro Cast con la regia di Alessandro Marinelli e interpretato da Rossana Candellori, Romana Romandini, Silvia Maria Speri e Elisa Maestri. In un ospedale psichiatrico, due vecchie sorelle vengono sottoposte a una seduta in cui sono invitate a ricordare il loro passato. Il loro atteggiamento è ostile e all’inizio entrambe tentano di falsificare gli eventi, fino a che cominciano a cedere e, come in un giallo, ripercorrono a ritroso i traumi e gli accadimenti dolorosi che le hanno segnate.

Sabato 12 febbraio la scena delle Energie è per una delle grandi interpreti del teatro italiano, Maddalena Crippa in “Armida”, tratta dalla Gerusalemme liberata di Torquato Tasso e con la drammaturgia di Peter Stein per il progetto di Sergio Maifredi per Teatro Pubblico Ligure “Il canto del Rinascimento Italiano” e inserito nell’ambito del progetto “Un ponte verso la modernità - Sisto V e il suo tempo”. I versi di Tasso diventano suono e acquistano corpo per seguire l’avventura intima e trascinante di Armida, la donna più bella mai vissuta sulla terra, dallo spirito vigoroso e l’intelligenza viva, con un talento per le arti magiche. Sotto le mura di Gerusalemme si compie il destino dell’amore invincibile per il suo nemico più temuto, Rinaldo. 

Sabato 5 marzo Massimiliano Aceti, Matteo Nicoletta, Maurizio Bousso sono interpreti (e i primi due anche autori) della commedia “La Rivoluzione Delle Sedie” per la regia di Barbara Alesse. Capo del personale di un grande supermercato, Luca è inflessibile e autoritario. Quando Matteo, un cassiere, entra nel suo ufficio e con arroganza provocatoria avanza richieste bizzarre, Luca però non lo caccia via. Perché Matteo è su una sedia a rotelle. Attraverso un turbine di ritmo e divertimento, lo spettacolo, pluripremiato al debutto, svela l’ipocrisia e il senso di colpa dei normodotati verso chi è diverso.

Protagonista della serata di sabato 9 aprile è la compagnia Profili Artistici che, con la regia di Eugenio Olivieri, propone “Società Pegi 18” interpretato da Davide Ripani, Smeralda Straccia, Ilaria La Pasta e Flavia La Pasta. Lo spettacolo – scrive il regista – nasce per dare un messaggio politico e sociale che aiuti a riflettere sui nostri atteggiamenti riguardo ciò che ci circonda. In cima ad un grattacielo, tre donne commentano le proprie vite dedite al miglioramento della società. Fino a che un operaio dello stesso stabile non decide di mettersi in mezzo.

Ultimo nome in cartellone, sabato 23 aprile è quello di Paolo Rossi impegnato al Teatro delle Energie per un doppio appuntamento. Alle 18, per il progetto “Un ponte verso la modernità - Sisto V e il suo tempo”, Rossi racconta Rabelais. Dal punto di vista del celebre umanista rinascimentale francese alle cui pagine surreali si è sempre riferito Rossi ora rievoca i suoi incontri con quelli che sono stati (anche) i suoi grandi maestri Fo, Jannacci, Gaber, De André. A seguire, alle 21, affiancato dalle musiche dal vivo di Emanuele Dell’Aquila, Alex Orciari e Stefano Bembi, Rossi è protagonista di “Pane o libertà” in cui “Giocando con l’illusione di mettermi sul palco – dice – rievocherò i miei sogni lucidi, fatti di storie che aiutano a resistere, a scegliere tra il pane e la libertà, o a non scegliere proprio. Qualcosa che al mio essere chiamato comico dia una via di fuga verso un teatro sociale, nella poesia del buffo e della magia”.

Informazioni e biglietti: biglietti di posto unico in vendita a 10 euro alla Biglietteria del Teatro delle Energie (via Ischia, tel. 331 2693939) aperta il giorno di spettacolo dalle ore 19.30. Info e prevendite AMAT 071/2072439, on line su vivaticket.com.

Inizio ore 21.00. Gli spettacoli si svolgono nel rispetto delle normative vigenti di sicurezza sanitaria. Ingresso a teatro consentito solo con Green Pass rafforzato e mascherina Ffp2.


© Riproduzione riservata

Commenti