01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Eventi e Cultura
  • Offida, stagione teatrale sold out nei primi 3 spettacoli. Si chiude con Vito

Offida, stagione teatrale sold out nei primi 3 spettacoli. Si chiude con Vito

di Redazione Picenotime

sabato 09 aprile 2022

Serpente Aureo sold out per i primi 3 spettacoli della stagione teatrale. L’ultimo appuntamento sarà il 25 aprile con “Bello ciao” di Stefano Bicocchi, in arte Vito.

Non solo siamo finalmente tornati a teatro, ma l’abbiamo addirittura riempito – commenta entusiasta l’assessore alla cultura, Isabella Bosano –. Un grande successo determinato dai nomi in cartellone e dalla voglia, degli offidani e dei tanti che sono arrivati da fuori, di tornare a vivere il grande spettacolo che solo la cultura può dare”.

 E dopo Cristicchi, Belvedere, Iacchetti, Colombari e Tedeschi, arriva uno dei comici/cabarettisti più noti d'Italia: Vito.

L’ultimo appuntamento con la rassegna si terrà al Serpente Aureo il 25 aprile alle ore 20:30 con “Bello ciao”, un progetto-spettacolo one-man-show sulla Resistenza vista dalla parte delle donne, in chiave comica ma non superficiale.

 Si parte del territorio bolognese, con l'ambizione di individuare caratteri universali di quell'esperienza, e di renderli fruibili anche fuori dal contesto di riferimento.

 Lo spettacolo è costruito su una serie di monologhi in cui si mescolano esperienze reali vissute da donne che hanno partecipato alla Resistenza e alla guerra- come la storia di Irma Bandiera trucidata nel ‘44 a Bologna – con storie inventate.

Vito porta in scena una “favola triste” ma piena di speranza, di quelle che i nonni raccontavano ai bambini o che i cantastorie  narravano in strada.

“Un cartellone teatrale di qualità che promuove il nostro territorio e continua a far brillare Offida”, conclude il sindaco Luigi Massa.

 Biglietto singolo: posti centrali 15 euro; posti laterali 10 euro. Fino a 5 anni ingresso gratuito; da 6 ai 12 anni sconto del 50%.I biglietti sono in vendita su Liveticket e nelle biglietterie convenzionate.


© Riproduzione riservata

Commenti

Approfondisci