01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Sport
  • Atletica
  • Atletica leggera, torna il raduno per giovani nelle strutture universitarie di Camerino

Atletica leggera, torna il raduno per giovani nelle strutture universitarie di Camerino

di Redazione Picenotime

giovedì 26 agosto 2021

È tempo di raduni per i giovani, con il ritorno di un importante momento per l’atletica delle Marche. Riprende la tradizione dell’appuntamento estivo di Camerino, che ospita di nuovo l’iniziativa dopo un anno di stop a causa della pandemia. Uno stage che nella città universitaria è andato avanti per ventuno edizioni di fila, dal 1999 al 2019, e che si ripresenta quest’anno con due giornate, a una settimana di distanza (19 e 26 agosto), anziché un periodo di alcuni giorni consecutivi. Presenti molti dei giovani talenti della regione: allievi (nati negli anni 2004-05) e cadetti (2006-07), convocati dalla struttura tecnica regionale, per preparare al meglio la seconda parte di stagione.
Oggi è stata accolta dal rettore dell’Università di Camerino, Claudio Pettinari, la delegazione guidata dal presidente FIDAL Marche, Simone Rocchetti. A fare gli onori di casa Stefano Belardinelli e Roberto Cambriani, rispettivamente presidente e segretario generale del Cus Camerino. Per il comitato regionale della Federatletica inoltre sono intervenuti i vicepresidenti Pino Rosei (vicario) e Maria Gabriella Trisolino, i consiglieri Andrea Corradini, Mauro Ficerai e Leonardo Sanna. L’attività dei raduni, nel rispetto delle attuali normative, si svolge al complesso sportivo Sergio Sabbieti e allo stadio universitario Livio Luzi, in località Le Calvie, messi a disposizione dall’Università e dall’Erdis, con il prezioso supporto del Cus e dell’amministrazione comunale di Camerino.
La seconda giornata del settore lanci e del salto con l’asta si è tenuta ieri a Fermo, per esigenze tecniche. Ma i raduni erano già ripartiti nelle scorse settimane con il primo appuntamento di Ancona, a fine maggio, seguito da quelli di settore a Fermo (salti e lanci), Macerata (velocità, ostacoli, mezzofondo e marcia) e San Benedetto del Tronto (prove multiple). Un’attività coordinata dal fiduciario tecnico regionale Ermenegildo Baldini, affiancato dai responsabili di settore Sergio Biagetti (velocità-ostacoli), Fabrizio Dubbini (mezzofondo), Roberto Recchioni (lanci), Marco De Santis (salti), Francesco Butteri (prove multiple) e Sandro Bernardi (referente per le valutazioni).

© Riproduzione riservata

Commenti

Approfondisci