01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Comunicati Stampa
  • Covid Monteprandone, Comune finanzia tamponi scuola primaria per garantire lezioni in presenza in sicurezza

Covid Monteprandone, Comune finanzia tamponi scuola primaria per garantire lezioni in presenza in sicurezza

di Redazione Picenotime

mercoledì 19 gennaio 2022

Da due anni a questa parte l’Amministrazione Comunale è al fianco dell’Istituto Comprensivo di Monteprandone per il monitoraggio e la prevenzione del contagio a scuola. Questa volta ha deciso di finanziare i tamponi che per legge debbono essere effettuati qualora emerga un caso positivo nella classi della scuola primaria.  

Il Decreto Legge del 7 gennaio prevede, infatti, per le classi delle scuole elementari nelle quali si verifichi un caso di positività, di effettuare due tamponi di controllo agli alunni: uno tampone (T0) subito al momento di conoscenza del caso, l’altro tampone (T5) dopo 5 giorni. 

Tali controlli consentono di mantenere la didattica in presenza, purché non si verifichi un secondo caso di positività. Infatti nell’ipotesi di due o più casi la stessa legge prevede l’attivazione della didattica a distanza. 

I tamponi verranno effettuati in un laboratorio privato del territorio. I giorni e gli orari di esecuzione dei tamponi saranno comunicati alla famiglie degli alunni interessati dallo screening attraverso il portale della scuola. 

Con la nuove norme è indispensabile la tempestività nell’effettuare i tamponi – spiegano il sindaco Sergio Loggi e il vicesindaco con delega all’istruzione Daniela Morelli – sappiamo che in questo periodo i contagi crescenti stanno mettendo in affanno il sistema sanitario e i tempi di effettuazione dei tamponi si allungano. Per questo abbiamo deciso di collaborare con il sistema sanitario e con l’istituzione scolastica, destinando risorse del bilancio ad una attività di screening indispensabile per assicurare più possibile la presenza in classe dei nostri studenti in sicurezza e venire incontro alle famiglie offrendo un servizio gratuito che permetta alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi di continuare il loro percorso di studi sui banchi di scuola, insieme ai proprio compagni”. 


© Riproduzione riservata

Commenti