01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI

Cosenza-Ascoli 2-1, i momenti chiave della partita

di Redazione Picenotime

venerdì 02 aprile 2021

L'Ascoli esce sconfitto dal "San Vito-Marulla" nella sfida salvezza con il Cosenza valevole per la 31esima giornata del campionato di Serie B. Bianconeri in vantaggio a metà primo tempo con un colpo di testa di Quaranta su punizione di Sabiri. Nel finale di prima frazione pari dei calabresi con Tremolada su rigore assegnato da Valeri per fallo di Brosco su Gliozzi. Nella ripresa ci pensa Kone a battere Leali con un sinistro rasoterra dal limite. Dopo il 15° ko in campionato restano 28 i punti in classifica del Picchio in vista del match interno con il Vicenza in programma nel pomeriggio di Lunedì 5 Aprile.




© Riproduzione riservata

Commenti

wlf98
venerdì 02 aprile 2021

una volta, quando stavamo messi male, ci gridavano NESSUNO, NESSUNO VI TOGLIE LA C1! stavolta ci siamo, i miracoli son finiti, grazie a questa accozzaglia di pseudo giocatori comprati su youtube e una serie di allenatori inconcludenti. Grazie società, vi ricorderemo per questa retrocessione e nient'altro....


Sante Renda
venerdì 02 aprile 2021

Il mio primo ricordo è la faccia di mio nonno. E’ bianca e spenta. Mio nonno è morto. Giace nel suo letto, nella posizione dei morti, mentre i figli lo piangono seduti a semicerchio tutt’intorno, su sedie di paglia intrecciata nella casetta a due piani in Via Piceno Aprutina. Mio zio Mario lo guarda con i pugni che picchiano con forza sulle cosce e gli dice: “Non dovevi farlo. Non ora.” Sembra un’accusa, ma è piena d’amore. A tratti mia nonna si protende verso il corpo di suo marito, come a rompere la distanza fisica che la morte crea. Mentre cerca di abbracciarlo, il suo lungo lamento risuona nella stanza. È la fine di tutto. Di tutto. Sennonché da una finestra aperta nel corridoio, che dà sulla strada, qualcosa si frappone a quell’addio. Perché da quella finestra, vedete, arrivano urla di gioia, i clacson delle macchine suonati a festa. Per la prima volta nella sua storia, l’Ascoli calcio è in serie A.


GIA'54
venerdì 02 aprile 2021

Oggi purtroppo ho avuto la certezza che oltre a tutti gli errori che si possono addossare al Mister e al Patron a noi MANCANO GLI UOMINI o meglio l'essere UOMO. La partita di oggi ha mandato questo segnale chiarissimo. Per come si era messa e in vantaggio immeritatamente NEANCHE UNA SQUADRA DI TERZA CATEGORIA FATTA DA UOMINI avrebbe perso. Inaccettabile l'atteggiamento da scampagnata la flemma e l'inconsistenza dimostrata in questa partita DETERMINANTE. Io comunque dopo questa prestazione, se si dovesse retrocedere, sono sereno in quanto E' DECISAMENTE MERITATA e va oltre le deficienze tecniche. Ribadisco UOMINI da terza categoria non l'avrebbero MAI E POI MAI PERSA. Noi ci siamo riusciti e non voglio addentrarmi in un discorso tecnico.... ma non bisogna andare fino a Coverciano per fare queste figure. P.S. Patron fatti ridare le playstation e regalale a bambini che non se la possono permettere.


In totale ci sono 29 commenti. Fai click sul pulsante per continuare la lettura o commentare l’articolo.