01 INTESTAZIONE - vuoto
  • Ascoli Time
  • Ascoli-Cremonese 0-0, il Picchio torna a muovere la classifica tra gli applausi dei tifosi

Ascoli-Cremonese 0-0, il Picchio torna a muovere la classifica tra gli applausi dei tifosi

di Redazione Picenotime

sabato 25 novembre 2017

Dopo una settimana turbolenta l'Ascoli Picchio affronta la Cremonese allo stadio "Del Duca" nel contesto della sedicesima giornata del campionato di Serie B. 

Fiorin punta su una difesa a cinque con Mogos, Padella, Mengoni, Gigliotti e Cinaglia davanti al portiere Lanni. In cabina di regia torna Buzzegoli dopo l'infortunio muscolare affiancato da Carpani e Bianchi, in attacco Santini supportato da Lores Varela. Prima dell'inizio della gara discorso motivazionale di capitan Mengoni alla squadra disposta in cerchio sotto la Sud. Tesser conferma il 4-3-1-2 con Ujkani in porta e la retroguardia composta da Almici, Canini, Claiton e Renzetti. A centrocampo ci sono Arini, Pesce e Croce con Piccolo sulla trequarti a sostegno delle punte Brighenti e Mokulu. Sono quasi 200 i tifosi grigiorossi in Curva Nord, buona affluenza di pubblico in Curva Sud. 



I tifosi bianconeri, come annunciato, contestano la dirigenza nei primi 15 minuti al grido "Questa Società non ci merita". Ancora cori contro Cardinaletti, invitato a lasciare Ascoli. Esposto uno striscione: "Ragioniè, ecco svelati i projetti". Sventolano bandieroni con le effigi di Rozzi e dell'Ascoli Calcio 1898. Al 7' Santini si invola sulla fascia destra, bel pallone in mezzo per Carpani che contrastato da Pesce non riesce a trovare lo specchio della porta. Al 17' Renzetti trova Piccolo in area, colpo di testa insidioso bloccato in due tempi da Lanni. Meno possesso palla da parte del Picchio e più lanci in verticale, mutato nettamente l'atteggiamento tattico. Al 29' destro di Bianchi dal limite che si impenna sopra la traversa. Al 33' tentativo di Carpani da posizione centrale, para a terra Ujkani nonostante una leggera deviazione. Si accendono i toni agonistici del match, al 38' è bravo Mengoni a deviare in corner in scivolata una conclusione laterale di Mokulu dopo una veloce ripartenza orchestrata da Piccolo. Al 41' Mokulu difende bene palla in area, girata improvvisa parata a terra da Lanni. Nel finale di prima frazione punizione potente dell'ex Almici che viene neutralizzata dall'estremo difensore bianconero. 

Sono 5024 gli spettatori al "Del Duca" per 35137 euro di incasso. Ad inizio ripresa esposto uno striscione "I tifosi non ti hanno chiesto mai niente. Solo rispetto per l'Ascoli e la sua gente'' seguito da un coro "Bellini porta rispetto". Al 50' Carpani trova Mogos sul secondo palo, debole destro al volo bloccato da Ujkani, pronto anche sul successivo rasoterra mancino di Lores Varela. Al 52' si fa male Claiton Dos Santos, al suo posto entra Garcia Tena. Al 60' Carpani cade in area a contatto con Almici, l'arbitro Di Paolo ammonisce per simulazione il centrocampista ascolano, fischiano i tifosi bianconeri. Al 68' esce l'ex Pesce, al suo posto Tesser schiera Cavion. Al 71' proprio Cavion serve un solissimo Mokulu in area, colpo di testa centrale bloccato da Lanni. Al 74' Fiorin toglie Mengoni e Bianchi inserendo i 20enni De Santis e Parlati. Diversi giocatori bianconeri con i crampi, la fatica e la pressione si fanno sentire. Nelle file grigiorosse entra anche Castrovilli per Piccolo. Fiorin nel finale toglie Santini e regala l'esordio stagionale a Perez, applaudito da tutta la Curva Sud. Il Picchio aumenta la pressione ma i lombardi si difendono a denti stretti. Nei minuti finali altro striscione dei tifosi della Sud: "Hai venduto Favilli e Orsolini per pagare incapaci e lecchini". Nel secondo minuto di recupero pallone invitante di Perez per Lores Varela, ottima chiusura di Garcia Tena. Sul fronte opposto destro in area di Brighenti che sfiora il palo, pericolo per Gigliotti e compagni. Finisce senza reti, con l'Ascoli che ottiene il quinto pareggio stagionale salendo a quota 14 punti in classifica in vista della trasferta di Perugia.  I tifosi bianconeri applaudono ed incitano la squadra dopo il triplice fischio finale ed invitano nuovamente Cardinaletti ad andarsene.



TABELLINO E PAGELLE

ASCOLI-CREMONESE 0-0

ASCOLI (5-3-1-1): Lanni 6.5; Mogos 6, Padella 6.5, Mengoni 6 (74' De Santis 6), Gigliotti 7, Cinaglia 6.5; Bianchi 6 (74' Parlati 6), Buzzegoli 6, Carpani 6; Lores Varela 6, Santini 5.5 (81' Perez 6). A disposizione: Ragni, Venditti, Pinto, Florio, Castellano, Baldini, De Feo, Clemenza. Allenatore: Fiorin 6.5

CREMONESE (4-3-1-2): Ujkani 6; Almici 6, Canini 6, Claiton Dos Santos 6 (52' Garcia Tena 6.5), Renzetti 6; Arini 5.5, Pesce 5.5 (68' Cavion 6.5), Croce 6; Piccolo 6 (80' Castrovilli sv); Brighenti 5.5, Mokulu 6. A disposizione: Ravaglia, Salviato, Procopio, Marconi, Scarsella, Cinelli, Macek, Perrulli, Scappini. Allenatore: Tesser 6

Arbitro: Di Paolo di Avezzano 5


Ascoli-Cremonese

Ascoli-Cremonese

© Riproduzione riservata

Commenti

Ceascu
sabato 25 novembre 2017

Una vergogna di squadra ,una vergogna di società è una vergogna di presidente


Michele
sabato 25 novembre 2017

Forse Fiorin h un altro credo......... O forse ha solo più esperienza........ Però dopo 4 sconfitte e la situazione......per me è stata una buona partita....


Michele
sabato 25 novembre 2017

Io penso anche che per la salvezza ci dobbiamo ricompattare..... Poi se il presidente vuole vendere ok......ma noi non dobbiamo creare alibi a nessuno....... Oggi mi è piaciuta la constatazione perché era diretta al singolo soggetto,...


In totale ci sono 43 commenti. Fai click sul pulsante per continuare la lettura o commentare l’articolo.