01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Ascoli Time
  • Guerra presenta Ascoli-Bari: “Galletti migliorati in trasferta. Nenè regista avanzato”

Guerra presenta Ascoli-Bari: “Galletti migliorati in trasferta. Nenè regista avanzato”

di Redazione Picenotime

lunedì 26 marzo 2018

Abbiamo affidato alla penna del giornalista Luca Guerra, collaboratore e inviato per Repubblica Bari, Radio Selene e Gianlucadimarzio.com, la presentazione dalla sponda biancorossa del match tra Ascoli Picchio e Bari in programma Mercoledì 28 Marzo allo stadio "Del Duca" per la 33esima giornata del campionato di Serie B.

Nel calcio, dopo una serie di pareggi la vera cartina di tornasole è sempre la partita successiva. Così nel Bari reduce dal 3-0 sul Brescia il bicchiere è mezzo pieno. Anzi, pieno per tre quarti. Come le parti di campionato ormai in archivio, nella quale mai prima d'ora i biancorossi di Fabio Grosso avevano raccolto 7 risultati utili di fila. Il successo di sabato sera ha lasciato in eredità, con i tre punti, anche la traccia del Bari di inizio stagione.

Ritorno all'antico

Ampiezza in corsia, rapidità negli scambi, attaccanti che scambiano le proprie posizioni spesso e volentieri. Queste le caratteristiche nel Bari ammirato contro il Brescia: nel giorno dell'emergenza, senza 8 calciatori, Grosso ha ritrovato i meccanismi di gioco messi da parte in nome di un sano pragmatismo durante l'inverno, quando una serie negativa di cinque partite tra dicembre e gennaio stava rischiando di complicare i piani. Senza Brienza e Floro Flores, con Galano a mezzo servizio, l'allenatore biancorosso ha trovato in Nenè il regista avanzato a lungo cercato: fiducia ripagata con un gol e due assist vincenti dal centravanti brasiliano. 

Se segnano anche gli attaccanti...

L'assenza di un centravanti da doppia cifra è la più evidente nel vasto organico a disposizione di Fabio Grosso. Nonostante nomi del calibro di Nenè, Kozak, Floro Flores e Cissè, ai quali nel ruolo si è aggiunto l'argentino Andrada, ancora un Carneade per il calcio di serie B, e una rampa di lancio chiamata Franco Brienza, i numeri 9 del Bari hanno prodotto sin qui 8 centri: a quota 3 Cissè, 2 Nenè e Kozak e un centro per Floro Flores. Un bottino nonostante il quale i galletti sono in quarta piazza, a – 5 dalla promozione diretta in serie A. Se gli indizi seminati contro il Brescia, pur tenendo conto di un avversario opaco e timido, dovessero essere confermati nel finale di stagione, il Bari potrebbe alzare ulteriormente l'asticella.

Bari da viaggio

La prima vittoria in trasferta è arrivata il 18 novembe 2017 a Novara: prima di quel 2-1 al Piola, il Bari lontano dalla Puglia aveva ottenuto appena due punti in sei partite, figli dei pareggi di Vercelli e Salerno. Una “prima” replicata un mese dopo a Perugia, con un secco 3-1. Da quel pomeriggio di dicembre al “Curi”, il Bari in trasferta ha perso una sola volta in sette trasferte, a Venezia a inizio febbraio: pur con una prevalenza di segni “X” (ben quattro), la squadra ha trasformato il suo approccio alla partita in trasferta. Meno timida, più costante nel corso della partita e con una difesa maggiormente blindata. Tra Cremona, Terni e Cittadella, sedi delle ultime tre apparizioni fuori casa, a battere Micai è stato il solo Defendi.

Verso Ascoli: si svuota l'infermeria in difesa

Nelle Marche, mister Grosso potrà avere maggiori possibilità di scelta in difesa. Nel 4-3-3, assetto base, potrebbero ritrovare posto Gyomber e Balkovec, reduci dagli impegni con le rispettive Nazionali. Lo slovacco potrebbe essere preferito a Empereur accanto a Marrone, che mercoledì sera celebrerà il 28esimo compleanno. In corsia possibili conferme per Anderson e Sabelli. Out Oikonomou, Dhiakitè e Morleo, infortunati alla pari di Brienza, Floro Flores e Salzano. A centrocampo Basha e Iocolano potrebbero cedere il posto a Petriccione e Busellato, con lo scozzese Henderson certo di un posto nonostante lo status di diffidato. In attacco tutto ruota intorno a Galano: se dovesse tornare titolare, fuori Cissè e Improta a sinistra. Nel caso contrario, conferma per il tridente anti-Brescia.


Luca Guerra

Luca Guerra

© Riproduzione riservata

Commenti

Ponz
martedì 27 marzo 2018

Se vi avanza un regista datecelo a noi