01 INTESTAZIONE - vuoto
  • Ascoli Time
  • Ascoli-Cosenza 1-1, Brosco risponde in extremis a Maniero. Primo punto per il Picchio

Ascoli-Cosenza 1-1, Brosco risponde in extremis a Maniero. Primo punto per il Picchio

di Redazione Picenotime

domenica 26 agosto 2018

Ascoli e Cosenza si affrontano allo stadio "Del Duca" nel contesto della prima giornata d'andata del campionato di Serie B 2018/2019. Per i calabresi si tratta del ritorno in cadetteria dopo 13 anni di assenza.

Vivarini punta sul solito 3-5-2 con Perucchini tra i pali e la difesa composta da Padella, Brosco e Quaranta. Sulle fasce ci sono Kupisz e D'Elia, con Zebli in cabina di regia affiancato da Baldini e Cavion. Coppia d'attacco formata da Ardemagni e Beretta. Modulo speculare per Braglia, con Saracco in porta e la retroguardia formata da Capela, Dermaku e l'ex Legittimo. A centrocampo ci sono Corsi, Verna, Mungo, Garritano e D'Orazio, in attacco l'altro ex Maniero e Tutino. In tribuna anche il tecnico del Perugia Nesta, prossimo avversario dell'Ascoli al "Curi". Sono quasi 200 i tifosi calabresi nel Settore Ospiti, terreno di gioco leggermente migliorato rispetto al match di Coppa Italia con la Viterbese. Prima dell'inizio del match un minuto di raccoglimento per le vittime delle tragedie di Genova e del Pollino.


In avvio destro rasoterra di Mungo dai 20 metri che termina out. Sul fronte opposto Picchio pericoloso con due cross bassi tesi in successione di Beretta e Cavion, si salva in corner la difesa calabrese con qualche affanno di troppo. Poco dopo il quarto d'ora Ascoli vicinissimo al gol: Baldini serve in verticale Ardemagni, tocco di prima in area respinto da Saracco in uscita bassa, tap-in a colpo sicuro a porta vuota di Cavion, salvataggio miracoloso di Legittimo sulla linea. Al 19' il Cosenza passa in vantaggio, che controlla bene in area piccola un cross di Corsi leggermente spizzato da Tutino e fredda Perucchini con una zampata da bomber di razza (qualche dubbio sulla posizione dell'attaccante rossoblù). Al 25' Ardemagni si incunea nel corridoio centrale, destro rasoterra dai 25 metri, para con sicurezza Saracco. Il Cosenza replica con una spizzata di Capela su piazzato dalla sinistra di D'Orazio, palla che sfila sul fondo. Alla mezzora il Picchio perde palla a centrocampo, Maniero vede Perucchini fuori dai pali e prova a beffarlo con un destro da distanza siderale che non centra di poco lo specchio della porta. Al 36' spunto di Cavion sulla sinistra, cross morbido per la testa di Ardemagni, smanacciata decisiva dell'estremo difensore rossoblù. Soffre la difesa dell'Ascoli sul versante di destra, non perfetta l'intesa tra Padella, Brosco e Kupisz, è D'Orazio che sfonda con troppa facilità. Nel finale di prima frazione vengono ammoniti in serie Maniero e Dermaku per interventi fallosi. 

Sono 5852 spettatori al "Del Duca" per 47630 euro di incasso. La ripresa si apre con una punizione velenosa dalla trequarti di Cavion respinta con i pugni da un attento Saracco. Al 50' vengono allontanati quattro collaboratori tecnici di Braglia per proteste eccessive dopo un pallone non buttato fuori dal Picchio con Maniero a terra senza però gravi conseguenze. Viene ammonito anche Tutino per un brutto fallo su Brosco davanti alla panchina del Cosenza. Al 57' primo cambio per l'Ascoli, dentro Frattesi al posto di uno spento Kupisz, con Baldini che passa sulla corsia di destra. Striscione in Curva Sud a due anni dal terremoto che ha sconvolto il Centro Italia: "Noi non dimentichiamo". Braglia toglie Garritano ed inserisce Palmiero.

Al 68' Vivarini fa uscire D'Elia e getta nella mischia il serbo Ninkovic, Braglia risponde con l'ex Perez per Maniero. Picchio con il 4-3-1-2 con Ninkovic sulla trequarti a supporto delle due punte. Al 70' discesa poderosa di Frattesi sulla destra, cross morbido smanacciato da Saracco, ci prova Cavion in mezza rovesciata ma non trova lo specchio della porta. Al 77' chance anche per Ganz al posto di un Beretta calato molto nella ripresa. Al minuto 80 tentativo aereo di Brosco su cross dalla destra, pallone che termina sopra la traversa. Braglia nel finale rinforza il pacchetto difensivo con Idda al posto di un brillante D'Orazio. Al minuto 84' Ardemagni va a segno di testa su cross morbido di Cavion ma l'arbitro annulla per un'evidente posizione di fuorigioco dell'attaccante bianconero. Nei concitati minuti finali, sotto la pioggia, punizione di Ninkovic deviata dalla barriera, la palla arriva a Ganz che viene spinto alle spalle, lascia correre tra le proteste l'arbitro Volpi. Nel primo minuto di recupero spettacolare rovesciata di Tutino su cross di Corsi, Perucchini vola e devia il pallone in calcio d'angolo. Al 95' arriva il pari dell'Ascoli, con una zampata di Brosco in area piccola su corner di Frattesi che fa esplodere di gioia il "Del Duca". Finisce in parità, con l'Ascoli che archivia il primo punto in campionato in vista della prossima trasferta di Perugia. 



TABELLINO E PAGELLE

ASCOLI-COSENZA 1-1

ASCOLI (3-5-2): Perucchini 6,5; Brosco 6.5, Padella 5.5, Quaranta 6.5; Kupisz 5.5 (57' Frattesi 6), Baldini 6, Zebli 6, Cavion 5.5, D'Elia 6 (68' Ninkovic 5.5); Ardemagni 6, Beretta 5.5 (77' Ganz 6). A disposizione: Lanni, Scevola, Valentini, De Santis, Addae, Valeau, Casarini, Parlati, Tassi. Allenatore: Vivarini 6

COSENZA (3-5-2): Saracco 6.5; Capela 6.5, Dermaku 6, Legittimo 6.5; Corsi 7, Verna 6.5, Mungo 6.5, Garritano 6 (60' Palmiero 6), D'Orazio 6.5 (81' Idda sv); Maniero 6.5 (68' Perez 6), Tutino 6.5. A disposizione: Cerofolini, Tiritiello, Anastasio, Pascali, Schetino, Varone, Bearzotti, Di Piazza, Baez. Allenatore: Braglia 6.5

Arbitro: Volpi di Arezzo 5

Reti: 19' Maniero, 95' Brosco



© Riproduzione riservata

Commenti

Cuore bianconero
domenica 26 agosto 2018

Era come pensavo l'euforia fa brutti scherzi ,il verdetto lo dice il campo ,questa sera come si suol dire abbiamo ripreso la vacca per i c---------i ,vorrà dire che i primi tre punti li prenderemo a Perugia forza Ascoli


Massimo
domenica 26 agosto 2018

Bene un punto conquistato la squadra ci ha creduto fino alla fine adesso bisogna caricarsi di fiducia. A Perugia sarà dura ma bisogna dare fiducia a una squadra nuova che deve trovare ancora intesa e costanza. Il punto di oggi va benissimo. Bravi


Amedeo
domenica 26 agosto 2018

Pietosi.....quanto tempo devo aspettare per vedere una vittoria netta e pulita ???


In totale ci sono 27 commenti. Fai click sul pulsante per continuare la lettura o commentare l’articolo.