• Ascoli Time
  • Spezia-Ascoli 3-2, incredibile rimonta subita dal Picchio. Espulsi Ninkovic e Addae

Spezia-Ascoli 3-2, incredibile rimonta subita dal Picchio. Espulsi Ninkovic e Addae

di Redazione Picenotime

domenica 14 aprile 2019

Spezia e Ascoli si affrontano per il quarto anno consecutivo allo stadio "Picco" nel match valevole per la 33esima giornata del campionato di Serie B. Liguri reduci dalla sconfitta di misura di Foggia, i marchigiani hanno invece superato 2-1 tra le mura amiche il Pescara nell'ultimo turno.

Vivarini conferma il 4-3-2-1 con Lanni tra i pali e la retroguardia formata da Laverone, Brosco, Valentini e Rubin. In cabina di regia c'è capitan Troiano coadiuvato da Addae e Frattesi con i fantasisti Ninkovic e Ciciretti a sostegno del centravanti Ardemagni. Marino punta su un modulo 4-3-3 con Lamanna in porta e la difesa composta da Vignali, capitan Terzi, Capradossi e Augello. Centrocampo con Bartolomei, Ricci e Mora, tridente offensivo con Okereke, Galabinov e Da Cruz. Sono circa 200 i tifosi bianconeri nel Settore Ospiti, presenti al "Picco" il patron Pulcinelli, il presidente Tosti e l'azionista Ciccoianni.


Si gioca su un terreno di gioco piuttosto umido e scivoloso. Al 9' Da Cruz si accentra dalla sinistra, tocco smarcante per Ricci che però dalla lunetta calcia male a lato. Al 10' l'Ascoli va vicinissimo al vantaggio: punizione di Ninkovic dalla sinistra, stacco poderoso di Troiano, super parata sulla linea di porta di Lamanna. Sul ribaltamento di fronte è bravo Lanni a dire due volte no ai tentativi ravvicinati di Da Cruz ed Okereke. Al 17' prima svolta del match: corner di Ninkovic dalla destra, svetta in area Brosco e spedisce di testa il pallone sotto l'incrocio dei pali (quinto centro in campionato per il difensore bianconero). Prova a reagire lo Spezia, al 25' destro telefonato di Vignali dal limite su schema da corner, presa sicura di un attentissimo Lanni. L'Ascoli lascia il possesso palla ai padroni di casa ma non corre pericoli di rilievo, molto organizzata la squadra di Vivarini. Al 32' destro di un brillante Ninkovic dai 25 metri che termina abbondantemente out. Passano due minuti ed il Picchio con merito raddoppia: assist al bacio di Ninkovic dalla sinistra per Ardemagni che in area piccola anticipa Capradossi e con una zampata da bomber di razza fredda Lamanna siglando la sua sesta rete in campionato. Al 36' Ricci ha una buona chance sul destro dai 20 metri, il pallone si alza di molto sopra la traversa. Al 40' bel sinistro di Frattesi dalla lunetta che sfiora il palo, Spezia in grande difficoltà in fase difensiva. Al 42' azione confusa in area ascolana, ci prova col destro Galabinov ma non trova lo specchio della porta. Al 44' altra svolta della gara: Ninkovic commette fallo a centrocampo su Da Cruz, l'arbitro lo ammonisce ed il serbo borbotta qualcosa e si allontana. Volpi, dopo qualche secondo di attesa, tira fuori un altro giallo e spedisce anzitempo il calciatore bianconero sotto la doccia lasciando il Picchio in 10. Tanta tensione in campo, nel secondo minuto di recupero ottima lettura di Lanni che chiude lo specchio a Da Cruz ben servito sulla linea di fondo da Okereke. 

Ecco quanto dichiarato da Troiano al microfono di Dazn al termine del primo tempo: "Peccato per l'espulsione di Ninkovic, è stato un episodio sfavorevole, ci aspetta il secondo tempo più difficile della stagione dove dovremo, in dieci, portare a casa in tutti i modi questa vittoria. Dovremo difendere e cercare di ripartire, non bisogna concedere troppe palle gol e soprattutto non dovremo prendere gol nei primi 10 minuti della ripresa altrimenti diventa una bolgia".

Ad inizio ripresa comincia a piovere al "Picco". Al 49' Volpi assegna un calcio di rigore allo Spezia per una leggera spinta in area di Laverone su Mora su cross di Bartolomei. Dal dischetto va il bulgaro Galabinov che con il destro spiazza Lanni realizzando la sua quarta rete in campionato. Al 55' ancora Galabinov lavora un buon pallone sulla linea di fondo, scarico per Okereke che con il sinistro in area colpisce in pieno la traversa. Continua a premere lo Spezia e al 57' pareggia: filtrante di Galabinov in area per Mora, la palla dopo un rimpallo arriva ad Okereke che con un preciso sinistro rasoterra fulmina Lanni (nono gol in campionato per l'attaccante nigeriano). Al 60' punizione velenosa dalla lunga distanza di Ciciretti, respinge con qualche affanno Lamanna, ci prova subito col mancino Troiano, pallone out per un soffio. Al 64' altra traversa colpita dallo Spezia con un temibile piazzato a giro dal limite dell'area di un pimpante Galabinov. Al 68' primo cambio di Vivarini, esce Troiano, al suo posto Casarini. Al 70' Okereke semina nuovamente il panico in area e scaglia un tiro-cross potente dalla destra, ci mette nuovamente una pezza Lanni. Al 73' Marino inserisce Maggiore per Ricci, Vivarini replica con Rosseti al posto di Ardemagni. Continua a premere la squadra ligure e al minuto 80 mette la freccia: cross intelligente di Mora, Galabinov di mestiere anticipa Valentini e di testa spedisce il pallone alle spalle di Lanni (quinto centro in campionato per il bulgaro). Vivarini getta nella mischia Chajia per Ciciretti, nello Spezia entra De Francesco per Maggiore. Al minuto 86 brutta gomitata in corsa di Addae sul volto di Augello, l'arbitro Volpi non ci pensa su ed estrae il rosso diretto ai danni del centrocampista ghanese, con l'Ascoli che termina in 9. La compagine bianconera prova a riversarsi tutta in avanti, lo Spezia al 90' si divora il gol del 4-2 con Okereke (bravo ancora una volta Lanni). Nel recupero per ben due volte Da Cruz fallisce la marcatura da ottima posizione calciando a lato. In extremis decisiva parata di Lamanna su un colpo di testa ravvicinato di un Brosco in versione centravanti. Termina con la decima sconfitta in campionato del Picchio, la quarta nel girone di ritorno. Restano 39 i punti in classifica della squadra di Vivarini in vista del prossimo match interno contro il Venezia.  


TABELLINO E PAGELLE

SPEZIA-ASCOLI 3-2

SPEZIA (4-3-3): Lamanna 7; Vignali 6.5, Terzi 6, Capradossi 5, Augello 6.5; Bartolomei 6.5 (85' De Francesco sv), Ricci 6 (73' Maggiore 6), Mora 7; Okereke 7, Galabinov 7.5, Da Cruz 6.5. A disposizione: Manfredini, Barone, Brero, Crivello, Ligi, De Col, Crimi, Pierini, D'Eramo, Abdullahi. Allenatore: Marino 6.5

ASCOLI (4-3-2-1): Lanni 6.5; Laverone 5, Brosco 6.5, Valentini 5.5, Rubin 6; Addae 4.5, Troiano 6 (68' Casarini 5.5), Frattesi 5.5; Ciciretti 5.5 (85' Chajia sv), Ninkovic 5; Ardemagni 6.5 (74' Rosseti 5.5). A disposizione: Milinkovic-Savic, Padella, Quaranta, D'Elia, Andreoni, Iniguez, Baldini, Cavion, Coly. Allenatore: Vivarini 5.5

Arbitro: Volpi di Arezzo 5

Reti: 17' Brosco, 34' Ardemagni, 51' rig. Galabinov, 57' Okereke, 80' Galabinov

Espulsi: 44' Ninkovic, 86' Addae


32 NEWS BASSO - PANCAFFE

© Riproduzione riservata

Commenti

Lasciaperde
domenica 14 aprile 2019

. Un film già visto... purtroppo


Mirko
domenica 14 aprile 2019

Stendendo un velo pietoso sull immaturità di alcuni giocatori che hanno praticamente rovinato la stagione qualcuno mi spieghi come si fa a togliere Ardemagni e ciciretti e sperare di pareggiare.... Però si lascia frattesi che oltre a correre è inutile... Ma va bene continuiamo a parlare di play off ....


Ascoli 78/79
domenica 14 aprile 2019

Partita letteralmente regalata. Primo tempo da lezione di calcio agli avversari; secondo tempo squadra irriconoscibile, entrata in campo remissiva e disorganizzata: peccato, perché oggi poteva essere la svolta per sognare qualcosa di diverso per noi. Oggi abbiamo anche capito perché Ninkovic, coi suoi piedi ed il suo talento, non gioca in serie A e nemmeno in una big della serie B; purtroppo gli manca la testa del grande giocatore. Comunque, dopo l'imbarcata dei due gol presi malamente, la squadra ha lottato e ci ha creduto fino alla fine: ci salveremo!


In totale ci sono 78 commenti. Fai click sul pulsante per continuare la lettura o commentare l’articolo.