01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Ascoli Time
  • Ascoli Calcio, Dionisi: “Contentissimo di essere in una piazza così gloriosa. Punto a tornare in A”

Ascoli Calcio, Dionisi: “Contentissimo di essere in una piazza così gloriosa. Punto a tornare in A”

di Redazione Picenotime

venerdì 12 novembre 2021

L'attaccante dell'Ascoli Federico Dionisi, autore di 7 gol nel campionato di Serie B, è intervenuto stamane in diretta a Sky Sport 24 in collegamento da Piazza del Popolo.

"Sono contentissimo di essere ad Ascoli. Dopo una parentesi lunga a Frosinone avevo bisogno di rimettermi in gioco. L'ho fatto in una città bellissima che vive di calcio quotidianamente, sono orgoglioso di ciò che ho fatto e di ciò che stiamo facendo. Il campionato è ancora lungo, se continueremo con questo approccio sono convinto che potremo toglierci buone soddisfazioni - ha dichiarato Dionisi al microfono del giornalista Daniele Barone -. L'annata scorsa per me è stata particolare e strana. Conoscevo la piazza e l'affetto dei tifosi. L'Ascoli è stata la squadra più decisa e convinta a cercarmi nello scorso calciomercato invernale. Quando arrivi ad una certa età non contano solo i soldi o la durata dei contratti ma anche gli stimoli. Devo ammettere che l'ex direttore sportivo Ciro Polito è stato decisivo, ha insistito ed ha toccato quelle corde che ad un certo punto mi hanno fatto dire al mio procuratore "Prendimi per matto ma io vado ad Ascoli" e così è iniziata tutta l'avventura. E' stato comunque complicato lasciare Frosinone ma nel calcio ci sono dei cicli che iniziano e finiscono. Era giusto per me, per il Frosinone ed anche per il mio amico Ciofani ripartire con nuove ambizioni. Fortunatamente stiamo facendo bene sia io che Daniel ed anche lo stesso Frosinone. Abbiamo vissuto dei momenti belli insieme, poi però c'è dell'altro e bisogna ripartire e sono felice di farlo in una piazza così gloriosa come quella di Ascoli - ha aggiunto il capitano bianconero -. Raggiungere Stefan Schwoch a 135 reti in vetta alla classifica cannonieri di Serie B di tutti i tempi? Non sono mai stato così attaccato ai numeri, preferisco essere di aiuto alla squadra. Certamente, stando lì nella Top 10 dei migliori marcatori della Serie B, ti viene quel pizzico di voglia di raggiungere un traguardo storico. Mi ricordo da piccolo le partite di Schwoch, era un idolo per me ed era bello vederlo segnare. Io vivo di sfide e quindi mai direi mai, continuerò a giocare fino a quando mi divertirò ed avrò questa voglia di scendere in campo. Rimpianto per aver giocato poco in Serie A? Rimpianto no, anche se c'è dentro di me la consapevolezza che avrei potuto fare qualcosa in più in una categoria dove ho giocato poco ed a tratti. E' dipeso comunque tutto da me, se non ho militato per tanti anni in Serie A evidentemente avevo delle pecche. Ho cercato sempre di dare il massimo ed anche a 34 anni punto a tornare in Serie A, non nascondo questa ambizione". 


Al microfono di Daniele Barone di Sky Sport 24, al Picchio Village, ha parlato stamane anche mister Andrea Sottil: "L'anno scorso sono arrivato come terzo allenatore in una situazione di classifica molto complicata ed un'autostima sotto i piedi. La squadra era buona ma aveva completamente perso la consapevolezza delle proprie forze. Ci siamo messi subito a lavorare con lo staff, i ragazzi sono stati bravi a seguirmi, il patron mi ha sempre fatto sentire vicinanza, stima e grande fiducia. Anche il ds Ciro Polito ha compiuto un bel lavoro nel compattare il gruppo. Abbiamo fatto quadrato iniziando a giocare senza assilli ed ansie, inanellando punti e prestazioni importanti. E' stato straordinario salvarsi matematicamente alla penultima giornata - ha dichiarato l'allenatore bianconero -. Quest'anno abbiamo voluto continuare il progetto fin dal primo colloquio a Roma con il patron, ripartendo da un zoccolo duro fatto di giocatori importanti ed uomini seri. Abbiamo proseguito sia nei dettami tecnico-tattici che nella mentalità. Siamo partiti bene, poi abbiamo avuto delle partite in cui non siamo stati all'altezza della situazione soprattutto per le disattenzioni individuali. La squadra ora si è completata, sono rientrati tutti, abbiamo recuperato dei giocatori fondamentali e stiamo continuando a fare bene. Obiettivo playoff? E' un campionato molto equilibrato, quest'anno ancora di più. In ogni giornata non ci sono mai risultati scontati. Noi puntiamo ad essere competitivi in tutte le partite, questo è il nostro obiettivo. Ce la andiamo a giocare sempre per vincere, questa è la mentalità che sto cercando di portare avanti. E' ovvio che stare più in alto possibile in classifica è la cosa che vogliamo tutti. Dionisi? Federico è il nostro capitano, un uomo guida per i ragazzi giovani e per tutto l'ambiente. E' un giocatore che ancora può dire tantissimo in campo e lo sta dimostrando. Ha ritrovato la giovinezza, l'età nel calcio conta fino ad un certo punto, se sei sbarazzino nella testa e ti alleni con intensità come fa lui, poi puoi essere protagonista di partite importanti. Dionisi in questa categoria è un top".





Federico Dionisi

Federico Dionisi

© Riproduzione riservata

Commenti

Libano
venerdì 12 novembre 2021

Ma quanto sei bella PP


remo
venerdì 12 novembre 2021

C'è solo un capitano!!!!!!!!


Francesco
venerdì 12 novembre 2021

Federico Per sempre il nostro capitano e leone bianconero. Grinta..carattere e fame.di far sempre meglio su ogni palla. Trasmetti tutto quello che. Sei e quello che hai A tutta la squadra Forza ragazzi e FORZA FEDERICO Noi e voi siamo la STORIA ASCOLI SEI GRANDE solo e sempre forza magico picchio


In totale ci sono 6 commenti. Fai click sul pulsante per continuare la lettura o commentare l’articolo.