01 INTESTAZIONE - vuoto
  • Ascoli Time
  • Spal, la voce di Rastelli: “Ascoli non ha una rosa da retrocessione, sarà la gara più difficile della stagione”

Spal, la voce di Rastelli: “Ascoli non ha una rosa da retrocessione, sarà la gara più difficile della stagione”

di Redazione Picenotime

giovedì 15 aprile 2021

L'allenatore della Spal Massimo Rastelli ha parlato stamane in conferenza stampa alla vigilia del match con l'Ascoli in programma domani sera alle ore 21 allo stadio "Mazza" per la 34esima giornata del campionato di Serie B.

"Quella di domani, come ho già detto ai ragazzi, è la partita più difficile che andremo ad affrontare da qui al termine della stagione, comprese le gare che abbiamo già giocato - ha dichiarato Rastelli -. Sarà difficilissima perchè cambiano gli aspetti tattici, tecnici e mentali. Dobbiamo avere enorme rispetto dell'Ascoli, Sottil sta facendo un grandissimo lavoro da quando è subentrato e la rosa è stata rafforzata nel mercato invernale e non è assolutamente da retrocessione, i loro risultati nel girone di ritorno lo confermano. L'errore più grande che potremmo fare è pensare che, siccome abbiamo vinto a Lecce, domani sarà una passeggiata. Servirà lo stesso atteggiamento del match del "Via del Mare", l'Ascoli è ricco di talento ed esperienza, con giocatori di carattere. Hanno inoltre grandissimo entusiasmo, stanno vedendo la luce in fondo al tunnel dopo le ultime due vittorie interne con Vicenza e Monza. L'Ascoli ha più o meno con lo stesso sistema di gioco del Lecce con interpreti diversi e soluzioni comunque differenti. Li stiamo analizzando per capire come colpirli, recuperiamo giocatori che a Lecce non erano a disposizione, questo mi permette di fare valutazioni a 360 gradi. Abbiamo recuperato Asencio e Floccari, davanti ho più scelte considerando anche Strefezza e Di Francesco. Dobbiamo continuare il nostro percorso di crescita, con concentrazione ed attenzione in ogni partita. Vicari? Navighiamo a vista, a volte ci sono dei miglioramenti, a volte il fastidio si riacutizza. Stiamo cercando di gestirlo per renderlo comunque a disposizione. Secondo posto? Ci crediamo assolutamente, ci sono ancora 15 punti in palio e cercheremo di farne il più possibile, senza rimorsi o rimpianti, poi il 7 Maggio vedremo dove saremo arrivati".






Stamane, sulle pagine della Gazzetta dello Sport, ha invece parlato il 27enne centrocampista offensivo Mattia Valoti, autore di 10 reti e 2 assist in 28 presenze in campionato: "A Ferrara con Semplici avevo lavorato per diventare mezzala, ma questo ruolo di trequartista mi piace: posso muovermi negli spazi e cercare il gol e, se mancano gli attaccanti, faccio la seconda punta. Cos’è cambiato con Rastelli? Eravamo partiti bene, con le 6 vittorie di fila. Poi non siamo riusciti a superare il momento difficile: Marino aveva dato tutto, ma non è bastato - ha dichiarato Valoti -. Rastelli ha trasmesso grande voglia di aiutarci, ci ha stimolato a dare qualcosa in più e c’è riuscito. La corsa verso la Serie A? Le difficoltà ci hanno rallentato ma ora ci siamo compattati. La vittoria di Lecce ha detto che siamo in un bel momento”.







Massimo Rastelli

Massimo Rastelli

© Riproduzione riservata

Commenti

walter rossi ps
giovedì 15 aprile 2021

furbo il signor Rastelli, partita molto difficile per noi, un pari sarebber oro


Mario Munari
giovedì 15 aprile 2021

La dirigenza avrebbe dovuto esonerare prima Marino e di conseguenza anticipare l'arrivo di Rastelli a Ferrara... Marino non aveva più in pugno la squadra... eppoi troppi infortunati che significa che qualcosa nella preparazione non è andata per il verso gusto o che certi giocatori non avrebbero dovuto essere acquistati... vero Zamuner ?


MACERATA
giovedì 15 aprile 2021

Te ricordi scì coccu l'atra ota???