• Serie B
  • Serie B, 26 Agosto si discute ricorso al Collegio di Garanzia del Trapani su format campionato

Serie B, 26 Agosto si discute ricorso al Collegio di Garanzia del Trapani su format campionato

di Redazione Picenotime

venerdì 21 agosto 2020

Il Collegio di Garanzia del Coni ha comunicato ufficialmente che l'udienza di discussione afferente al ricorso del Trapani Calcio contro la Figc, avverso la determinazione del format a 20 squadre per la Serie B, si terrà il 26 Agosto - a partire dalle ore 11 - dinanzi alla Prima Sezione in via telematica, attraverso la piattaforma Microsoft Teams.

Lo scorso 11 Agosto il club siciliano, retrocesso in Serie C a causa di due punti di penalizzazione per inadempienze nei pagamenti dei propri tesserati, aveva inoltrato questo ricorso al Collego di Garanzia dello Sport del Coni.

"Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto un ricorso dalla società Trapani Calcio S.r.l. contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), il Consiglio Federale della FIGC, la Lega Nazionale Professionisti Serie B (LNPB) e, ove occorra, nei confronti della Lega Nazionale Serie C (Lega Pro), per l'annullamento di tutti gli atti, emanati dalla FIGC e dalla LNPB, con i quali, in data 6 agosto 2020, a seguito del deposito del dispositivo del Collegio di Garanzia, che ha confermato la sanzione disciplinare di due punti di penalizzazione, impugnata dalla stessa società ricorrente, con conseguente collocazione della stessa al 18° posto nella Classifica finale di Serie B - è stata determinata la retrocessione della società ricorrente in Serie C (Lega Pro), ivi compresi tutti gli atti connessi, presupposti e conseguenti e, in particolare, il C.U. 25 giugno 2020, n. 208, ed il C.U. 31 luglio 2019, n. 40/A, con il quale il Consiglio Federale della FIGC, sulla base dell'erroneo presupposto di un format di 20 squadre per la Serie B 2020-2021 (anziché il normale format di 22 squadre previsto dall'art. 49 delle NOIF della FIGC), ha stabilito la previsione di n. 4 retrocessioni dalla Serie B alla Serie C, con conseguente retrocessione delle squadre che si sono venute a trovare, nella classifica finale risultante in data 6 agosto 2020 (a seguito del richiamato dispositivo del Collegio di Garanzia), nei posti di classifica 20°, 19°, 18° e 17° o 16° (secondo l'esito del relativo scontro di playout, previsto in data 10 e 14 agosto 2020 tra Perugia e Pescara), e, in particolare, con conseguente retrocessione della società ricorrente, che si è venuta a trovare al posto n. 18 (con il dispositivo del 6 agosto 2020 del Collegio di Garanzia, quale giudicato della relativa questione); nonché, ove occorra, degli ulteriori atti che hanno dato materiale esecuzione alla classifica finale, ivi compresi i Comunicati relativi alla previsione dei playout tra Perugia e Pescara; nonché per l'accertamento del titolo della società ricorrente a partecipare al Campionato di Serie B 2020-2021 (anche in sovrannumero, ove occorra); nonché per la condanna della FIGC e della Lega di Serie B ai relativi adempimenti per la materiale partecipazione della società ricorrente al campionato di Serie B 2020-2021 (anche in sovrannumero, ove occorra).

La società ricorrente chiede al Collegio di Garanzia:

- di annullare tutti gli atti generali e i provvedimenti indicati in epigrafe;

- di accertare il titolo della società ricorrente a partecipare al Campionato di Serie B 2020-2021 (anche in sovrannumero, ove occorra);

- di condannare la FIGC e la Lega di Serie B ai relativi adempimenti per la materiale partecipazione della società ricorrente al campionato di Serie B 2020-2021 (anche in sovrannumero, ove occorra)".


© Riproduzione riservata

Commenti