• Serie B
  • Incontro Serie B, Abodi: “Anticorpi contro chi inquina sistema”

Incontro Serie B, Abodi: “Anticorpi contro chi inquina sistema”

di Redazione Picenotime

martedì 01 settembre 2015

Due ore e mezzo di grande lavoro. L’incontro qualitativamente migliore dei sei svolti fino a ora sotto la mia presidenza”. Sono le parole del presidente della Lega Nazionale Professionisti di Serie B Andrea Abodi al termine dell’incontro fra arbitri, dirigenti, allenatori e capitani della Serie B ConTe.it. Hanno partecipato all'evento anche il tecnico dell'Ascoli Picchio Mario Petrone, il team manager Mirko Evangelista ed il centrocampista Daniele Altobelli. 

L’incontro, organizzato dalla FIGC su richiesta della Lega B, ha visto presenti gli arbitri della Can B, con a capo il responsabile Stefano Farina, il presidente dell’Aia Marcello Nicchi, i vertici della FIGC con il presidente Giancarlo Tavecchio e quelli della LNPB con Andrea Abodi e il direttore generale Paolo Bedin.

Un livello di confronto aperto, schietto, leale – ha aggiunto Abodi – che Farina ha impostato in modo scientifico. La musica è cambiata e questo deve essere per linguaggi e comportamenti il migliore campionato degli ultimi anni”. Proprio Farina ha condotto l’appuntamento con filmati ed esempi anche mutuando immagini e situazioni dei tornei di seconda categoria europea, dove la media di cartellini gialli è in linea con quella italiana mentre quella di espulsioni è inferiore: “Ma nei play off – ha sottolineato il designatore – i valori ritornano molto simili”.

Farina che ha ringraziato Abodi per l’incontro ha ribadito che “a partire dal prossimo campionato gli arbitri saranno intransigenti sugli episodi di gioco violento e sugli accerchiamenti all'arbitro". 

Nicchi ha focalizzato il suo intervento sulla moderazione dei linguaggi: “Chiaro che se esasperiamo la piazza poi diventa impossibile arrivare sereni a un appuntamento”.

La chiusura è toccata al presidente federale Giancarlo Tavecchio: "Il fenomeno del calcioscommesse è un problema endemico si risolve solo con antibiotici forti, non si possono più fare cure con l'aspirina. Ognuno si sappia regolare, ora nuove norme prevedono la radiazione e penalizzazioni serie. Uomo avvisato mezzo salvato".

Anche il presidente Abodi, in apertura, ha approfittato dell’incontro per un forte richiamo al senso di responsabilità di ciascuno nella difesa dell’integrità, affinché si attuino ancora di più tutti gli anticorpi contro i fenomeni che inquinano il sistema e che minano la credibilità del calcio.

Ora è ufficiale: l'Ascoli parteciperà al campionato di Serie B

© riproduzione riservata

stefano farina e andrea abodi

stefano farina e andrea abodi