01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Eventi e Cultura
  • Ascoli Piceno, presentato progetto “Pizze di Marca” per promuovere tipicità regionali attraverso farciture gourmet

Ascoli Piceno, presentato progetto “Pizze di Marca” per promuovere tipicità regionali attraverso farciture gourmet

di Massimiliano Mariotti

lunedì 15 novembre 2021

Valorizzare la cultura gastronomica marchigiana trasformando le ricette tradizionali in farciture di pizze gourmet prende vita attraverso il progetto ‘Pizze di Marca’. Un progetto che ad oggi ha già visto ben 33 ristoratori marchigiani (di cui 5 della provincia di Ascoli Piceno) aderire all’idea lanciata da Camera di Commercio delle Marche e Linfa. Le prime sette serate programmate prenderanno ufficialmente il via Giovedì 25 Novembre. Giovedì 16 dicembre sarà la volta della nota pizzeria ascolana "La Scaletta" di Via Napoli.

Il progetto 'Pizze di Marca' vuole, appunto, promuovere le tipicità regionali attraverso un alimento popolare come la pizza. L’obiettivo è garantire la farcitura delle pizze con soli prodotti tipici marchigiani legati alla territorialità. Il tutto regolato dal patto del buon gusto a garanzia del consumatore che certifichi la qualità dell’offerta. Le Marche costituiscono un giacimento di prodotti tipici. Una gamma che vede proprio nella pizza il simbolo dell’Italia gastronomica.

Grande soddisfazione per Renzo Otello, organizzatore dell’iniziativa: "Questa è un’operazione culturale che va a valorizzare i prodotti di terra e di mare su un alimento popolare come la pizza. Un marketing agroalimentare di comunicazione marchigiana che vedrà anche la promozione di vini. Ad ogni pizza ci sarà un vino pregiato abbinato. Ogni provincia avrà la sua caratteristica pizza. Una dedicata alla stagione autunno-inverno e una relativa alla primavera-estate’’.

A spiegare i dettagli ai nostri microfoni è stato Simone Mariani, presidente di Linfa, azienda speciale della Camera di Commercio delle Marche specializzata nello sviluppo e promozione del settore agroalimentare.





© Riproduzione riservata

Commenti