01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Curiosità
  • Mercato criptovalutario: quali previsioni per Bitcoin dopo l'anno dei record?

Mercato criptovalutario: quali previsioni per Bitcoin dopo l'anno dei record?

di Redazione Picenotime

domenica 05 dicembre 2021

Il 2021 per il mercato criptovalutario, ed in particolare per il Bitcoin, verrà ricordato come l'anno dei record, non chiaramente per il rendimento year to date in senso assoluto, ma come periodo storico in cui sono stati stracciati i massimi assoluti precedenti, che in molti mettevano in relazione alla formazione di una bolla; naturalmente le performance realizzate dalla maggior parte dei token rimarranno scolpite soprattutto nelle menti di coloro che hanno riposto fiducia, a ragione veduta, in questo specifico settore. un aspetto decisamente interessante, che ha caratterizzato questi mesi sul mercato crypto, riguarda le forti escursioni di presso -una struttura alquanto atipica se messa in relazione alla bullrun del 2017- sviluppatesi non solo in fase di uptrend ma anche nei momenti di risk on.

Analizzando i prezzi del Bitcoin ad esempio, si evince chiaramente come in molteplici occasioni, alla formazione di nuovi massimi, siano seguite correzioni di oltre 20 punti percentuali -il bear rally più eclatante, in Aprile, si è esteso oltre 50 punti percentuali-: si tratta di una circostanza che ha premiato sia gli holders sia chi, individuando spunti operativi sulle tendenze ribassiste, abbia attuato strategie di breve termine. È chiaro che ottenere i medesimi risultati nel futuro prossimo sia abbastanza complicato, tuttavia l'adozione della giusta metodologia può quantomeno creare delle buone basi su cui costruire un modus operandi. Il noto portale finanziario startborsa.com, a tal proposito, ha elaborato una serie di tutorial per supportare i risparmiatori nella formazione personale. Ad esempio qui è spiegato come negoziare bitcoin sia con approcci operativi da cassettista sia con approcci operativi da speculatore.

Le caratteristiche del progetto Bitcoin

Bitcoin, nato dalla mente di Satoshi Nakamoto, è stata la prima criptovaluta ad essere quotata. L'infrastruttura della sua blochchain è stata progettata come sistema di pagamento digitale: i processi riferibili alle transazioni in BTC, grazie a questa uova tecnologia, risultano praticamente inviolabili; e sono proprio i fattori "sicurezza e privacy" ad aver decretato il successo dell'asset digitale. Nel tempo, la disponibilità limitata di token -alla stregua di un bene di rifugio- e le strabilianti performance realizzate non senza alti e bassi, hanno creato i presupposti affinché l'utilizzo della valuta virtuale e la sua commercializzazione venissero considerati più di una semplice moda passeggera; persino la finanza istituzionale negli anni si è ravveduta con la creazione di strumenti trattati su piazze regolamentate.

Bitcoin: strategie operative di lungo periodo e di breve termine

Nella guida redatta dagli esperti di startborsa.com vengono analizzate le modalità di negoziazione, in ambito crypto, più utilizzate dai risparmiatori. Il canale più funzionale per l'operatività di lungo periodo è rappresentato dagli exchange: borsini decentralizzati su cui si incontrano domanda e offerta presenti su un determinato token. In questa caso si acquista direttamente il sottostante con obiettivi rialzisti e successivamente lo si custodisce in un dispositivo chiamato e-wallet. Questo portafoglio digitale può essere sia hardware -cold wallet- sia software -hot wallet-: i più diffusi sono i secondi, poiché di solito sono offerti gratuitamente ai propri utenti dalle società che operano nel settore.

Gli strumenti finanziari più indicati per attuare una strategia di breve termine sono invece i Contratti per Differenza: si tratta di derivati che, replicando sinteticamente il prezzo di una criptovaluta, presentano caratteristiche funzionali al trading online. Il broker è il soggetto che permette la compravendita di CFD, mentre la strumentazione che implementa fisicamente l'operatività a mercato è rappresentata dalla piattaforma di investimento. Il TOL, in particolare, dispone di meccanismi essenziali per lo speculatore: i grafici per analizzare i prezzi dei vari sottostanti; il cruscotto ordini per gestire gli ordini con facilità; la leva finanziaria per aumentare il potere di acquisto di un singolo trade; la vendita allo scoperto per sfruttare efficacemente i trend al ribasso che si sviluppano sulle crypto.