01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI

Meeting Ancona, buoni risultati negli ostacoli per Cesca e Nalocca

di Redazione Picenotime

sabato 23 gennaio 2016

Entra nel vivo la stagione al Palaindoor di Ancona, con il meeting di Sabato 23 Gennaio che apre il terzo weekend di gare. Notevole partecipazione e diversi risultati interessanti: sui 60 ostacoli juniores Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) corre la finale in 8.06. Un centesimo meglio del primato personale, realizzato un anno fa quando conquistò l’argento tricolore con 8.07, ma uno in più rispetto al record regionale che per ora rimane a Giovanni Mantovani, autore di un 8.05 nel 2009. Ma il 18enne maceratese, campione italiano allievi nel 2014, ribadisce in questo modo il suo stato di forma. Nei 60 ostacoli femminili, la campionessa italiana assoluta Giulia Pennella (Esercito) per due volte precede Veronica Borsi (Fiamme Gialle), primatista nazionale sulla distanza: in batteria 8.20 contro 8.28, mentre in finale entrambe non riescono a migliorarsi per chiudere rispettivamente in 8.27 e 8.30. Al maschile, successo del marchigiano John Mark Nalocca (Carabinieri) con 8.05 e poi 8.21, in batteria personal best della promessa Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese) che scende a 8.40. Bella gara sui 3000 metri, vinta dal 19enne reggiano Yassin Bouih (Fiamme Gialle) in 8:06.40, con un successo marchigiano nei 1500 metri femminili per merito della pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata), prima in 4:40.40. Molto combattuta la prova sui 200 donne con il 25.38 della promessa Elisabetta De Andreis (Acsi Italia Atletica), secondo crono di giornata per Elena Ricci (Atl. Libertas Arcs Cus Perugia) a 25.39, invece finisce terza Sonia Kebe (Tam): 25.49 per la junior di Corridonia, seguita da Francesca Ramini (Sport Atl. Fermo) con 25.60. Tra gli uomini, disputate ben 25 serie con un totale di 124 atleti al via in questa gara: successo e record personale del ventenne Alessandro Galati (E Servizi Atl. Futura Roma) con 21.85. Sulla pedana del peso, il discobolo Giovanni Faloci (Fiamme Gialle) lancia 16,89 e tra le donne la junior Francesca Raffaello (Alteratletica Locorotondo) con 11,95 supera Ornella Kelly Nya Yanga (Atl. Avis Macerata), seconda con 11,52.


Vittoria per Sonia Malavisi con 4,30 nella nona edizione del Memorial Roberto Donzelli di salto con l’asta, all’impianto indoor di Fermo. La portacolori della Fiamme Gialle supera la quota al primo tentativo, dopo un percorso netto anche alle precedenti misure (3,80-4,00-4,15), poi tre errori a 4,38. La 21enne romana arriva così ad appena due centimetri dal record personale in sala di 4,32 ottenuto due anni fa a Dresda, in Germania, mentre il suo miglior risultato in carriera è 4,42 all’aperto. Per la seconda volta si aggiudica la manifestazione di Fermo, dopo il successo del 2014. Il podio femminile del Memorial Donzelli è completato da Elena Scarpellini (Acsi Italia Atletica), seconda con 3,80 mentre sul terzo gradino del podio sale Alessandra Lazzari (Atl. Libertas Arcs Cus Perugia) a 3,60. Sesta l’atleta di casa Sofia Piergallini (Sport Atl. Fermo) con 3,10, settima con la stessa misura la junior Anna Rita Paoletti (Asa Ascoli Piceno). In campo maschile si impone Andrea Sinisi (Atl. Vomano Gran Sasso) a quota 4.80 davanti al compagno di club Matteo Flemac (4,60), terzo lo junior Giuseppe Boccaforno (Pol. Rocco Scotellaro Matera/4,20).


Nicola Cesca

Nicola Cesca

Commenti