01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Sport
  • Atletica
  • Atletica leggera, a Macerata assegnati i titoli regionali su pista. Brilla De Angelis (Asa Ascoli)

Atletica leggera, a Macerata assegnati i titoli regionali su pista. Brilla De Angelis (Asa Ascoli)

di Redazione Picenotime

mercoledì 02 giugno 2021

Tante sfide a Macerata nei Campionati marchigiani assoluti, validi anche per le categorie juniores-promesse e per la fase regionale dei Societari master. Tra i protagonisti c’è un azzurro come Giorgio Olivieri, ventenne carabiniere sangiorgese che lancia il martello a 71.72 a un metro dal personale, e nel peso il compagno di club Lorenzo Del Gatto arriva a 18.90 confermandosi vicino ai suoi massimi livelli. Splendido duello nel triplo, con due giovani sopra i quindici metri nella gara vinta da Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno), classe 2000, che sigla il suo record all’aperto di 15.20 dopo il 15.35 indoor quest’anno. È invece la prima volta oltre il muro per Nicola Sanna (Sef Stamura Ancona), 18 anni ancora da compiere, che atterra a 15.01. Nella sua serie anche due salti a 14.90, il primo e l’ultimo, per un totale di tre misure sopra il personale di 14.87 ottenuto nel 2019 e già eguagliato all’inizio di maggio ad Ancona. Supera una barriera anche lo junior Matteo Colletta (Sef Stamura Ancona), quella dei sette metri nel lungo con 7.01 al primo tentativo.
Doppietta in pista per Alessandro Moscardi (Sef Stamura Ancona): 47”89 nei 400 di cui è campione italiano promesse davanti al compagno di club Alex Ebuka Chuks, autore di un netto progresso con 49”89 al primo anno di categoria under 20, e all’altro junior Federico Vitali (Atl. Avis Macerata, 50”36). Il crono vincente nei 200 è poi di 21”65 mentre alle sue spalle si fa notare Vittorio Massucci (Sport Atl. Fermo), secondo con 21”88 dopo aver corso nei 100 metri in 10”74 firmando la seconda prestazione in carriera e aver portato il testimone al traguardo della staffetta 4x100 in 42”15 insieme a Michele Ferracuti, Fabio Yebarth e Riccardo Flamini, nella specialità che l’anno scorso ha visto la Sport Atletica Fermo conquistare il tricolore under 23.
Giovani in evidenza anche nell’alto con la ventenne Mara Marcic (Atl. Avis Macerata) che aggiunge tre centimetri al proprio limite e si migliora due volte con 1.71 e 1.73, in entrambe le occasioni alla terza e ultima prova, ma nella stessa gara crescono la 21enne Ludmylla Tavares (Atl. Fabriano), al personale di 1.62 nella stagione di rientro agonistico, e l’allieva Federica Tomassini (Atl. Avis Macerata) con 1.59. Nell’asta ancora al top la junior Ludovica Polini (Sport Atl. Fermo) con 3.70 prima di tentare senza successo i 3,85 del primato regionale assoluto.
Tornando ai lanci, va a segno l’allieva Sofia Coppari (Atl. Fabriano) con due vittorie: 12.01 nel peso e 41.71 nel disco, una settimana dopo i record regionali under 20 di 13.02 e 44.81 a San Benedetto del Tronto, dove aveva allungato a 55.26 il martellista Orges Hazisllari (Asa Ascoli Piceno) che stavolta spedisce l’attrezzo a 53.78. Notevoli i risultati nei 5000 di marcia per le ventenni del Cus Macerata, con Anastasia Giulioni (24’22”85) che precede di un secondo esatto Giulia Miconi (24’23”85). Nella velocità, avvicina il personale Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) con 25”32 e lo demolisce l’allieva Chiara Menotti (Atl. Avis Macerata) in 25”57 nei 200 vinti da Sokhona Kebe, sprinter di Corridonia al via per il Cus Parma, che scende 24”79. Nei 100 metri la campionessa regionale è invece la 18enne Melissa Mogliani Tartabini (Grottini Team Recanati) con 12”19.
Sempre al femminile, ma nel mezzofondo, brilla la 15enne Virginia Bancolini (Sef Stamura Ancona): 2’14”14 che vale tre secondi e mezzo di miglioramento sugli 800 metri per la giovane fanese. Sulla stessa distanza cresce l’allievo Filippo Sanna con 1’58”50, per togliere oltre un secondo al personale, e ancora più netto il progresso nei 1500 con 4’07”10 dietro allo junior compagno di club Tommaso Ajello, che prevale in 4’03”11. Appassionante anche il duello nel triplo femminile: la promessa Allegra Albertini (Asa Ascoli Piceno) atterra sul personale di 11.63 ma in totale piazza quattro salti oltre il precedente personale per avere la meglio nei confronti della sangiorgese Silvia Del Moro (Tam), seconda con 11.61.
Tra i tanti che si migliorano, sui 400 ostacoli la promessa Greta Luchetti (Team Atl. Marche, 1’06”05) nel testa a testa con la 16enne Giorgia Messi (Sef Stamura Ancona, 1’06”17) davanti all’altra under 18 Alice Frontalini (Tam, 1’08”70) e sui 400 piani Meskerem Paparello (Atl. Ama Civitanova), classe 2005, abbassa il suo primato a 59”09 mentre nei 100 ostacoli Succes Festus (Atl. Fabriano), a sua volta della categoria allieve, corre in 15”60 (-0.5). Nell’alto il 18enne Leonardo Ferretti (Asa Ascoli Piceno) pareggia il personale di 1.91. Bel progresso nel disco juniores di Massimo Ciferri (Sport Atl. Fermo) con 43.38 per aggiungere tre metri abbondanti al proprio limite, quindi nel giavellotto 38.36 vincente per Gaia Ruggeri (Atl. Fabriano).
Per il mezzofondo Eva Luna Falcioni (Sef Stamura Ancona), bronzo tricolore U18 indoor, nei 1500 metri firma il personale all’aperto di 4’50”50 davanti alla junior sangiorgese Lucia Crosta (Tam) che si porta a 4’51”63, poi le allieve Marica Melatini (Atl. Ama Civitanova, 4’52”45) ed Emma Baldoni (Atl. Avis Macerata, con il PB di 4’53”36). Nei 3000 siepi si aggiudica il titolo assoluto Luigi Del Buono (Sef Stamura Ancona), invece sui 5000 metri Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) e Mattia Franchini (Sef Stamura Ancona).
CLICCA QUI PER RISULTATI


Podio triplo maschile

Podio triplo maschile

© Riproduzione riservata

Commenti