01 INTESTAZIONE - vuoto
  • News
  • Ascoli-Cosenza 1-2, Arrighini e La Mantia beffano un buon Picchio

Ascoli-Cosenza 1-2, Arrighini e La Mantia beffano un buon Picchio

di Redazione Picenotime

domenica 02 agosto 2015

Parte ufficialmente la nuova stagione dell'Ascoli Picchio allo stadio "Del Duca". I bianconeri, sotto lo sguardo attento del presidente Francesco Bellini, affrontano il Cosenza per il primo turno eliminatorio di Tim Cup a gara unica. 

Petrone presenta l'atteso modulo 4-3-1-2 con Grassi sulla trequarti alle spalle di Perez e Tripoli, quest'ultimo preferito a Mustacchio. A centrocampo c'è Carpani con Addae e Pirrone. In difesa spazio al nuovo acquisto Pecorini (a sinistra) e Pelagatti (a destra) sugli esterni. Solito scacchiere 4-4-2 per Roselli, con La Mantia ed il giovane bulgaro Vutov in attacco (parte in panchina Arrighini). Sulle fasce a centrocampo ci sono Criaco e Statella. Curva sud completamente esaurita, presenti circa 20 tifosi cosentini in Curva Nod, tutto il gotha societario del Picchio come al solito in tribuna (2454 gli spettatori totali per circa 26mila euro di incasso). 

Primo squillo bianconero dopo cinque minuti, con un calcio piazzato velenoso di Grassi che chiama Perina ad una respinta piuttosto complicata. Ritmi blandi in avvio, con i giocatori che faticano a smaltire le tossine dei tanti carichi di lavoro nelle gambe delle prime due settimane di ritiro. Al 20' potente tentativo col destro dalla lunga distanza di Pirrone, Perina è attento e si salva in tuffo in calcio d'angolo. Leggera supremazia territoriale del Picchio, con Tripoli che alla mezzora tentenna troppo in area di rigore e sbaglia l'assist vincente per Carpani ben piazzato per sparare a rete. Al 35' ci prova di testa Perez, incornata troppo prevedibile che il portiere calabrese non fatica a neutralizzare. Nel finale di prima frazione si fa vedere anche il Cosenza con un tiro strozzato di La Mantia da buona posizione che termina di poco a lato.

Il secondo tempo si apre con una bella sgroppata di Pecorini che si porta il pallone sul destro e scaglia un fendente di poco a lato. Il Cosenza replica con una rovesciata di La Mantia, pallone abbondantemente sopra la traversa. Al 57' Addae sfodera un magnifico destro al volo da posizione defilata che si stampa in pieno sulla traversa. Il Picchio inizia a premere con decisione e tre minuti più tardi Carpani sfiora l'incrocio dei palli con un sinistro in caduta. Passano sessanta secondi e l'Ascoli va con merito in vantaggio con un destro rasoterra dal limite dal Tripoli, letale nello sfruttare al meglio una sponda aerea di Carpani. Roselli corre subito ai ripari inserendo Arrighini e Guerriera al posto di Statella e Vutov. Al 69' c'è il primo cambio di Petrone, con l'esordio in bianconero del 19enne ceco Jankto per Carpani. Roselli inserisce anche il giovane centrocampista scuola Palermo Fiordilino per uno spento Arrigoni. Gli ospiti si affidano alle giocate di Arrighini, che al 75' sfiora il palo con un bel destro da posizione centrale.

A dieci minuti dal termine Petrone decide di inserire nella mischia Berrettoni e Mustacchio al posto di Grassi e Tripoli, entrambi applauditi a scena aperta. Al minuto 84' il Cosenza a sorpresa arriva al pareggio con La Mantia, lesto a battere Lanni sotto misura dopo una respinta corta dello stesso portiere bianconero. Calabresi più pimpanti nel finale di gara e Picchio un po' sulle gambe, con i tifosi cosentini che fanno esplodere una bomba carta sotto la Curva Nord. Chance ghiotta per Mustacchio proprio al novantesimo, pallone di pochissimo sull'esterno della rete con l'illusione ottica del gol. Al 94' i calabresi trovano il gol vittoria con Arrighini, che fredda Lanni di destro sfruttando una perfetta imbucata centrale di Criaco che sorprende nettamente tutta la difesa bianconera. Fanno festa i rossoblu, che nel prossimo turno affronteranno il Vicenza. Picchio eliminato nonostante una buona gara.

TABELLINO E PAGELLE

ASCOLI: Lanni 5.5, Pelagatti 5.5, Pecorini 6, Pirrone 6.5, Mengoni 5.5, Cinaglia 6, Carpani 6 (69' Jankto 5.5), Addae 6, Perez 6, Grassi 6 (80' Berrettoni 6), Tripoli 6.5 (80' Mustacchio 5.5). A disposizione: D'Egidio, Di Sabato, Orsolini, Paolini, De Grazia, Liberati. Allenatore: Petrone 5.5

COSENZA: Perina 6.5, Corsi 6, Ciancio 6.5, Arrigoni 5.5 (73' Fiordilino 6), Tedeschi 6, Pinna 6, Criaco 6, Caccetta 6, La Mantia 7, Vutov 5.5 (62' Arrighini 7), Statella 5 (62' Guerriera 6). A disposizione: Saracco, Blondett, Soprano, Di Somma, Novello. Allenatore: Roselli 6.5

Arbitro: Baroni di Firenze 6

Rete: 61' Tripoli, 84' La Mantia, 94' Arrighini

Clicca qui per vedere highlights Ascoli-Cosenza 1-2

Clicca qui per vedere intervista Tripoli post Ascoli-Cosenza

Clicca qui per vedere interviste Petrone e Tripoli post gara

© riproduzione riservata

ascoli-cosenza

ascoli-cosenza