01 INTESTAZIONE - vuoto
  • Ascoli Time
  • Frosinone-Ascoli 1-0, il Picchio sciupa troppo e viene punito da una gran giocata di Salvi

Frosinone-Ascoli 1-0, il Picchio sciupa troppo e viene punito da una gran giocata di Salvi

di Redazione Picenotime

sabato 17 ottobre 2020

Dopo la sosta per le Nazionali l'Ascoli torna in campo allo stadio "Stirpe" per sfidare il Frosinone nel match valevole per la terza giornata d'andata del campionato di Serie B.

Bertotto conferma il 4-3-3 con l'ex Leali in porta, difesa con capitan Pucino, Brosco, Spendlhofer e l'altro ex Kragl. In cabina di regia Saric coadiuvato da Cavion e Sabiri, tridente d'attacco composto da Chiricò, Bajic e Pierini. Nesta punta sul consueto 3-5-2 con Bardi tra i pali ed il terzetto difensivo composto da capitan Brighenti, Szyminski e Curado. Sugli esterni Salvi a destra e l'ex D'Elia a sinistra, in mezzo Kastanos, Maiello e Tabanelli. In attacco Ciano ed il polacco Parzyszek. 


Dopo 45 secondi rimessa lunga con la destra di Brighenti, ci prova al volo col mancino Salvi ma calcia abbondantemente out. Al 2' minuto sospetto tocco con il braccio destro in area di Curado su cross di Pucino, lascia correre l'arbitro Dionisi. Al 5' altro cross di Pucino per la testa di Sabiri, incornata che però non trova lo specchio della porta. Subito dopo destro secco dalla lunetta di Saric che sfiora il palo. Sul fronte opposto avanza Salvi sulla destra, cross per Curado che colpisce di testa sul fondo. Al 12' bellissima imbucata di Pucino per Chiricò che arriva sul fondo, sterza e scaglia un mancino rasoterra leggermente deviato che non termina troppo lontano dal secondo palo. Problemi alla schiena per Szyminski che dopo il quarto d'ora viene sostituito da Ariaudo. Al 18' ancora pericoloso Chiricò con una botta col sinistro dalla distanza di poco sopra la traversa. Al 20' punizione potente di Kragl col mancino da oltre 30 metri che non trova la porta e spacca un seggiolino alle spalle di Bardi. Risponde il Frosinone con una punizione tagliata di Ciano dalla trequarti, non interviene nessuno con la palla che sfiora l'incrocio dei pali dopo un rimbalzo beffardo. Al 28' prima ammonizione del match per Ciano, reo di un intervento falloso in fascia su Kragl. Al 28' destro interessante dai 20 metri di un pimpante Sabiri, Bardi si tuffa bene e devia in corner. Poco dopo la mezzora angolo di Kragl per Spendlhofer, colpo di testa che va a sbattere sui cartelloni pubblicitari. Al 33' primo squillo di Pierini, destro a giro dal vertice dell'area sporcato sopra la traversa con la schiena da Salvi. Al 37' Sabiri smarca bene Chiricò sulla destra, parte un sinistro a giro dell'ex Monza che per un soffio non trova l'angolino basso. Ciociari in evidente difficoltà, al 39' bella combinazione tra Pucino e Cavion, alla conclusione va con un destro controbalzo il 29enne terzino destro, palla out non di molto. Nel finale di prima frazione giallo anche per Brosco (intervento falloso da dietro a centrocampo su Parzyszek). 

Oliver Kragl al microfono di Dazn al termine del primo tempo: "Abbiamo fatto finora una grande partita, creando 3/4 occasioni da rete e calciando per 3/4 volte in area, dobbiamo fare gol. Il mio ruolo da terzino sinistro? Finora ho fatto un bel lavoro e bisogna continuare così per 95 minuti. Io dò tutto per la squadra in quella posizione, per aiutare i compagni a vincere le partite". 

Ad inizio ripresa Nesta schiera Tribuzzi al posto di uno spento Kastanos. Al 47' cross interessante proprio di Tribuzzi per Tabanelli che, sul secondo palo, schiaccia debolmente tra le braccia di Leali. Al 52' miracolo di Leali su Tabanelli, liberato in area da un assurdo retropassaggio orizzontale di Chiricò dalla destra, intervento decisivo del numero uno bianconero. Sul fronte opposto è bravo Bardi a respingere a mani aperte un destro a giro di Sabiri da posizione centrale. Al 55' Bertotto inserisce il greco Vellios al posto di un Bajic mai veramente pericoloso. Al 58' Nesta rivoluziona l'attacco con l'americano Novakovich e l'esperto Dionisi per i deludenti Parzyszek e Ciano. Guadagna campo la squadra giallazzurra, con il Picchio che fatica a rendersi insidioso dalle parti di Bardi. Al 68' Dionisi libera Novakovich in area, sinistro rasoterra molto temibile, Leali è reattivo e in allungo dice no, poi ci mette una pezza Spendlhofer. Bertotto inserisce anche il 18enne Cangiamo al posto di Chiricò, calato nella ripresa (Pierini a destra con Cangiano a sinistra nel tridente d'attacco). Al 75' il Frosinone passa in vantaggio: uno scatenato Salvi parte dalla destra, salta secco prima Kragl e poi Sabiri, conclusione fortissima che brucia Leali e si infila sotto la traversa (troppo statici i difensori bianconeri nella circostanza). Al 78' conclusione sporca di Cavion in area, si salva Bardi in angolo con qualche affanno di troppo. Subito dopo è ancora attento l'estremo difensore giallazzurro su un destro potente da posizione laterale di Pierini. L'Ascoli si getta tutto in avanti, con Bertotto che inserisce anche Gerbo e Matos per Cavion e Sabiri. Problemi prima ad una caviglia per Pucino e poi al petto per Vellios dopo un colpo subito (il greco lascia in anticipo dolorante il terreno di gioco). Ascoli in 10 nei minuti di recupero. Al 93' Saric guadagna una punizione ghiotta al limite dell'area (ammonito nella circostanza Tribuzzi). Alla battuta va Kragl che col mancino centra in pieno la traversa, poi sulla respinta i bianconeri si lamentano per un presunto tocco con il braccio ancora di Curado. Finisce con il secondo ko in campionato del Picchio in vista del prossimo match interno contro la Reggiana nel turno infrasettimanale. 



TABELLINO E PAGELLE

FROSINONE-ASCOLI 1-0

FROSINONE (3-5-2): Bardi 6.5; Brighenti 6.5, Szyminski sv (17' Ariaudo 6), Curado 6.5; Salvi 7, Kastanos 5 (46' Tribuzzi 6), Maiello 6, Tabanelli 5.5, D'Elia 6; Ciano 5 (58' Novakovich 6.5), Parzyszek 5 (58' Dionisi 6). A disposizione: Iacobucci, Marcianó, Capuano, Zampano, Rohden, Vitale, Carraro, Ardemagni. Allenatore: Nesta 6.5

ASCOLI (4-3-3): Leali 7; Pucino 6, Brosco 6.5, Spendlhofer 6, Kragl 5.5; Cavion 6 (86' Matos sv), Saric 6.5, Sabiri 6 (86' Gerbo sv); Chiricò 5.5 (70' Cangiano 6), Bajic 5.5 (55' Vellios 5.5), Pierini 6. A disposizione: Sarr, Ndiaye, Corbo, Sini, Ghazoini, Eramo. Allenatore: Bertotto 5.5

Arbitro: Dionisi de L'Aquila 5

Rete: 75' Salvi

SERIE B 3° TURNO: BRESCIA-LECCE 3-0, CREMONESE-VENEZIA 0-0, MONZA-VICENZA (rinviata), REGGIANA-CHIEVO 0-1, PORDENONE-SPAL 3-3, COSENZA-CITTADELLA 1-1, ENTELLA-REGGINA 1-1, SALERNITANA-PISA 4-1, PESCARA-EMPOLI 1-2, FROSINONE-ASCOLI 1-0
CLASSIFICA SERIE B
7 SALERNITANA
7 CITTADELLA
7 EMPOLI
6 FROSINONE
5 REGGINA
4 CHIEVO
4 REGGIANA
4 LECCE
4 BRESCIA
4 VENEZIA
3 PORDENONE
3 SPAL
3 COSENZA
2 MONZA*
2 PISA
2 CREMONESE
2 VIRTUS ENTELLA
1 ASCOLI
1 PESCARA
1 VICENZA*
* Monza e Vicenza una partita in meno
PROSSIMO TURNO: FROSINONE-ENTELLA, CHIEVO-BRESCIA, VICENZA-SALERNITANA, ASCOLI-REGGIANA, PISA-MONZA, VENEZIA-PESCARA, CITTADELLA-PORDENONE, REGGINA-COSENZA, EMPOLI-SPAL, LECCE-CREMONESE


Frosinone-Ascoli

Frosinone-Ascoli

© Riproduzione riservata

Commenti

remo
sabato 17 ottobre 2020

Che rabbia e che sfortuna, non meritavamo di perdere, assolutamente!!!


manbioli
sabato 17 ottobre 2020

Ma perchè non prendiamo mai un allenatore che sa leggere le partite? Erano 15 minuti che soffrivamo a centrocampo, che Sabiri, Cavion e Chiricò non si reggevano in piedi. Loro cambiano 4 giocatori e iniziano a premere, noi cambiamo Chiricò con Cangiano....SIC !!!!!! kRAGL che non è un difensore andava spostato al posto di Chiricò, messi 2 centrocampisti freschi e 1 difensore fresco a sinistra. Ma questo i nostri allenatori non ci arrivano. E non dite che voglio fare l'allenatore, perchè certe cose le capisce anche mio figlio che ha 10 anni . L'ha persa Bertotto la partita, che avevamo dominato. Infine, abbiamo preso 2 stordelloni per centravanti buoni per fare i corazzieri al Quirinale. Era cosi peggio Rosseti ????????


Michele Giuli
sabato 17 ottobre 2020

Come accade sempre ha ragione chi fa goal..... Se con 5 / 6 occasioni non si riesce a buttarla dentro...... Ce poco da fare.....


In totale ci sono 42 commenti. Fai click sul pulsante per continuare la lettura o commentare l’articolo.