01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Ascoli Time
  • Venezia, Zanetti: “Ad Ascoli gara difficile. Bidaoui e Dionisi fanno la differenza. Rispetto tra Ninkovic e Da Cruz”

Venezia, Zanetti: “Ad Ascoli gara difficile. Bidaoui e Dionisi fanno la differenza. Rispetto tra Ninkovic e Da Cruz”

di Redazione Picenotime

venerdì 12 marzo 2021

Il 38enne allenatore del Venezia Paolo Zanetti ha presentato in conferenza stampa la gara contro il suo ex Ascoli in programma domani pomeriggio alle ore 14 allo stadio "Del Duca" per la 28esima giornata del campionato di Serie B. (CLICCA QUI PER ELENCO CONVOCATI)



"
Abbiamo qualche problema di formazione. Ci sono 2-3 situazioni che dovremo valutare domani mattina. Fra queste c’è anche Francesco Forte. Oggi si è allenato con il gruppo, ieri ha fatto metà seduta con i compagni e metà a parte. Non è al meglio, dobbiamo anche pensare che giochiamo di nuovo martedì e che ci sarà uno scontro diretto con il Lecce. Vediamo domani mattina. Fra i convocati torna Crnigoj, che però non ha tanto minutaggio sulle gambe e che quindi ha una possibilità d’impiego limitata. Ala-Myllymaki aveva recuperato, ma ha lamentato nuovamente un fastidio al ginocchio e non ci sarà. Se Forte non giocherà titolare al suo posto verrà schierato uno fra Esposito e Bocalon: Sebastiano è entrato bene in partita col Brescia, a me è piaciuto e credo molto in lui. A Bocalon non ho detto nulla per l’errore con il Brescia, se dovessi stare su questa lunghezza d’onda allora avrei dovuto dire qualcosa anche a Johnsen per l'espulsione. Non l’ho fatto perché Ricky non è un ragazzino di 18 anni, perché so quanto ci tiene a questa maglia e a questi colori come Modolo, Collauto e Poggi: tutti loro incarnano al meglio la venezianità. Bocalon dovrà lavorare e allenarsi duramente e prendersi le sue rivincite sul campo. Rivincite nei confronti di se stesso e di chi lo giudica - ha dichiarato Zanetti -. Ad Ascoli ci aspetta una partita difficile. Se loro avessero avuto i giocatori che hanno preso a gennaio da inizio anno sicuramente sarebbero in  lotta per i playoff. Giocatori come Bidaoui e Dionisi in B fanno la differenza, sicuramente avranno bisogno di punti e daranno il tutto per tutto per arrivare a fare punti. Da quando c'è Sottil è una squadra che gioca un ottimo calcio. Il caso Ninkovic–Da Cruz quando allenavo l'Ascoli nel match finito 1-1 proprio contro il Venezia del 2 Novembre 2019? Accadde tanto in campo, ma fuori in realtà fra i due c’era soltanto una rivalità sportiva, per il resto era compagni che si rispettavano. E’ stata una semplice lite fra due “galli nel pollaio”, due giocatori con capacità tecniche importanti, ma poi la cosa è finita lì, non c’è  stato poi un seguito, ha avuto più che altro risalto mediatico, perché in Serie B non si vedono spesso queste cose. Indubbiamente sono dispiaciuto per quello che è successo alla fine, con il pareggio nato da calcio d’angolo. Nella gara di domani dovremo tirare fuori tutto quello che abbiamo, perchè se è vero che l’Ascoli è forte, lo è anche il Venezia, altrimenti non avremmo 45 punti. Anche noi abbiamo le carte in regola per mettere in difficoltà qualsiasi avversario. Se noi vogliamo ambire a qualcosa di importante, una volta ottenuta la salvezza, dobbiamo vincere qualche scontro diretto, questo è poco ma sicuro - ha aggiunto il tecnico arancioneroverde -. La fascia sinistra? E’ vero che ci hanno fatto qualche gol da quella parte e ne siamo consapevoli. E’ vero anche che da quella parte di gol ne abbiamo fatti anche noi. Abbiamo tre esterni sinistri, Ricci, Molinaro e Felicioli che si giocano una maglia. Devono dare il massimo e cercare di alimentare una competizione sana per la maglia e per la squadra”.




Paolo Zanetti (Veneziafc.it)

Paolo Zanetti (Veneziafc.it)

© Riproduzione riservata

Commenti

walter rossi ps
venerdì 12 marzo 2021

grande allenatore che però è stato lasciato troppo solo nel gestire troppi calciatori particolari, andato via lui è stato un martirio per noi


tonino
venerdì 12 marzo 2021

Domani partita difficile, ma il Venezia concede tanto, possiamo fare gol, il problema è reggere l'urto


MIMMO
venerdì 12 marzo 2021

Tra le persone che ci hanno lasciato, senza dubbio il personaggio che vorrei riavere è il grande e inarrivabile Costantino Rozzi. Per i giorni nostri sei senz’altro tu, mister Zanetti, il mio più grande rimpianto. Farò il tifo per te perché tu possa raggiungere con la tua squadra l’elite del calcio nazionale. Lo meriti per professionalità, serietà e competenza.


In totale ci sono 4 commenti. Fai click sul pulsante per continuare la lettura o commentare l’articolo.