• Ascoli Time
  • Ascoli Calcio, Laverone di nuovo in bianconero dopo quattro presenze con la Triestina

Ascoli Calcio, Laverone di nuovo in bianconero dopo quattro presenze con la Triestina

di Redazione Picenotime

sabato 08 agosto 2020

Lorenzo Laverone si accinge a tornare a tutti gli effetti un calciatore dell'Ascoli. Lo scorso 31 Gennaio il terzino destro toscano era passato alla Triestina in prestito con diritto di riscatto fino al termine della stagione. Con il club alabardato sono arrivate solamente due presenze da subentrato per un totale di 19 minuti in campo nel girone B di Serie C (poi stoppato a causa dell'emergenza Coronavirus) più altre due apparizioni nei secondi tempi, per ulteriori 52 minuti, nelle gare dei playoff di Luglio che la squadra di Carmine Gautieri ha giocato contro il Sudtirol nel secondo turno (vittoria per 1-0) ed il Potenza negli ottavi di finale (sconfitta per 1-0). 

Nella prima parte di stagione il 31enne difensore ex Avellino e Vicenza aveva collezionato 3 presenze con il Picchio nel girone d'andata (2 da titolare) per un totale di 187 minuti. Per lui anche due apparizioni da titolare in Coppa Italia nelle gare contro Trapani e Genoa. Nella sua prima stagione in bianconero era invece sceso in campo in 29 partite (28 da titolare) con 4 assist, 8 ammonizioni ed un totale di 2471 minuti giocati. Al momento la Triestina non si è fatta avanti per esercitare il diritto di riscatto (avrà tempo fino al prossimo 31 Agosto), di conseguenza Laverone è destinato a far rientro nel capoluogo piceno con il club di Corso Vittorio Emanuele che poi dovrà eventualmente decidere se tenerlo in rosa oppure trovargli una nuova sistemazione. Il suo contratto con il Picchio, rinnovato il 12 Luglio 2019, scadrà il 30 Giugno 2021.


32 NEWS BASSO - PANCAFFE
Lorenzo Laverone

Lorenzo Laverone

© Riproduzione riservata

Commenti

MIMMO
domenica 09 agosto 2020

Laverone fa parte, insieme a Ganz, Rosseti e qualcun altro, di una schiera di giocatori inutili che dobbiamo tenerci sul groppone ancora per uno o due anni. Questi sono stati gli investimenti del Canadese per il progetto Ascoli.


CAPRA
domenica 09 agosto 2020

Pur essendo io di quelli che Rozzi e Pulcineli a vita come presidenti, tuttavia Mimmo hai di simpatico il nome, ma mi pare di vederti con quanto accanimento scrivi e pronunci quella parola Canadese. Per quanto ricordi io e possa sbagliarmi Laverone lo abbiamo avuto come ottima opportunità dalle ceneri dell'Avellino, laddove il ragazzo aveva proficuamente militato in serie B. Se mi sbaglio mi corigerete. Ciao Mimmo, rilassati!


CAPRA
domenica 09 agosto 2020

Mi perdoni la redazione di Picenotime eroica sul serio, per questa MIA insistenza che vorrei cessare in futuro, avendo detto tutto quello che mi preme sull'Ascoli e ancora più importante sui valori della vita, di cui il calcio è aspetto fondamentale ma non imprescindibile. Insomma ho dimenticato di valorizzare l'aspetto positivo della lettera del Mimmo: VOLEVO DIRGLI QUANTO IO ABBIA APPREZZATO LA FESTOSA E SQUISITA ACCOGLIENZA RIVOLTA A LAVERONE, GRANDE INCORAGGIAMENTO PER IL BENE DELLA SQUADRA E DEL RAGAZZO. MI RIVOLGO PROPRIO A TE LAVERONE PER RICORDARTI CHE PER GIOCARE AD ASCOLI CI VUOLE UN CUORE GRANDE E INDOMABILE CHE NON SI RIPIEGHI AD ASSAPORARE LE OFFESE E LE INGIUSTIZIE RICEVUTE. AD MAIORA LAVERONE, CHI PERSEVERA FARÀ LA DIFFERENZA. P.S. MIMMO HA LEGGERMENTE DIMENTICATO CHE TU POTRESTI ESSERE IL TERZINO SULLA FASCIA CHE ABBIAMO PERDUTO ULTIMAMENTE, MA QUESTA È UNA QUSQUILIA NATURALMENTE PER IL BALDANZOSO DOMENICO O MEGLIO MIMI'. Si chiamava così il fratello di mio nonno materno Domenico Fiacchini, amatissimo padre di Renato Fiacchini, in arte Renato Zero, pure Lui da marchigiano sostenitore dell'Ascoli calcio.


In totale ci sono 8 commenti. Fai click sul pulsante per continuare la lettura o commentare l’articolo.