01 INTESTAZIONE - TURLA COSTRUZIONI
  • Ascoli Time
  • Empoli, la voce di Dionisi: “Classifica non rispecchia valore dell'Ascoli, hanno giocatori di qualità”

Empoli, la voce di Dionisi: “Classifica non rispecchia valore dell'Ascoli, hanno giocatori di qualità”

di Redazione Picenotime

martedì 29 dicembre 2020

L'allenatore dell'Empoli Alessio Dionisi ha parlato in conferenza stampa nel pomeriggio odierno alla vigilia del match con l'Ascoli in programma domani alle ore 18 allo stadio "Castellani" per la sedicesima giornata d'andata del campionato di Serie B.

“I complimenti per la vittoria ci hanno fatto piacere – ha dichiarato il tecnico azzurro – e non possono che fa aumentare consapevolezza e autostima. Allo stesso tempo sappiamo però che domani ci attende già un’altra sfida importante, una gara trabocchetto da non sbagliare. Fare una bella prestazione contro il Brescia, vincendo, ci ha sicuramente lasciato qualcosa che dovremo essere bravi a riportare nella prossima gara; se questo sarà presunzione o consapevolezza lo scopriremo domani. Io ho pochi dubbi, vivo la squadra e se l’atteggiamento non è quello giusto ci sono anche i miei demeriti. Penso però che prestazioni come quella di domenica debbano far acquisire consapevolezza e starà a noi confermarci, fermo restando che poi dall’altra parte ci sarà sempre una squadra pronta a battersi con le proprie armi. Aggiungo poi che ogni gara ha la sua storia, come dimostra anche il risultato di domenica dell’Ascoli, in una sfida dove pochi pensavano che riuscisse a battere la Spal. Li troviamo nel loro momento migliore, ci misureremo con loro, con rispetto, provando ad essere ancora più pronti e consapevoli di tre giorni fa. Che gara mi aspetto? L’Ascoli sta cercando di cambiare qualcosa, abbiamo visto una sola gara ma come ho detto credo venga qua per sfruttare le proprie qualità: sono bravi a ripartire, hanno giocatori bravi nel fraseggio e mi aspetto una gara simile alle ultime casalinghe. Starà a noi dimostrare di essere all’altezza anche di certe gare: la sfida con la Reggiana, anche se la percezione esterna può essere diversa, per me è stata una crescita e sono convinto che quella prestazione abbia avuto come conseguenza quella di Brescia. Ci attende una squadra che andrà probabilmente in campo con un atteggiamento diverso rispetto al Brescia e dovremo esser bravi ad adeguarci alla partita che nascerà, reagendo alle difficoltà che ci creerà l’Ascoli e cercando di vivere al meglio tutti i momenti della gara, compattandoci in quelli difficili e sfruttando quelli positivi. Alzare l’asticella? Cerchiamo di farlo sempre, ogni allenamento, ogni partita andiamo in campo per vincere o per tirare fuori il massimo. Ad oggi l’obiettivo finale è così lontano che secondo me ha anche poco senso parlarne l’obiettivo; ce ne siamo posti alcuni e da lì siamo partiti per crescere. Siamo una squadra che deve vivere a pieno ogni momento e gli obiettivi porli a breve termine: ad oggi il nostro è solo l’Ascoli, cercare di ottenere il massimo della partita di domani come sempre fatto in tutte le altre gare. Fisicamente penso che stiamo bene. Ora non contano solo le energie fisiche ma anche e soprattutto quelle mentali. Forse qualcuno potrebbe aver bisogno di rifiatare ma onestamente vedo tutti bene, sia chi ha giocato di più sia chi lo ha fatto meno. Ho dubbi di formazione anche per questo, perché oggi ho visto tutti i ragazzi allenarsi bene e dimostrandomi che tutti possono giocare e la condizione generale è buona. Del 2020 mi porto dietro tutto, le tante cose positive e anche quello meno. Ad oggi non nascono che sono soddisfatto della squadra, delle risposte date, dell’atteggiamento da squadra che abbiamo sempre avuto. Vedo un gruppo unito, che lotta, che si ritrova dopo una sconfitta, che si assume le proprie responsabilità e ciò non può che farmi piacere. Per l’anno nuovo mi auguro di riuscire a continuare a trasmettere ai ragazzi la voglia di migliorare e di dimostrare continuamente. Però dobbiamo ancora chiudere il 2020, domani ci attende una gara tutt’altro che scontata e dovremo affrontarla la meglio. Poi si penserò al 2021 e alle gare successive. Margini di miglioramento? Ne abbiamo, a partire dall’esser bravi a confermarsi dopo una bella prestazione come quella di domenica. Non sarà facile farlo perché cambia l’avversario, giocheranno con un altro atteggiamento e già ripeterci sarebbe una bella conferma. Oltre che di squadra credo che i margini li abbiano i giocatori, tutti, dal primo all’ultimo e vedo in loto la grande voglia di migliorare e di crescere”.




Alessio Dionisi

Alessio Dionisi

© Riproduzione riservata

Commenti

I ♥️ AP
martedì 29 dicembre 2020

CERTO CHE QUELLO DELL'ALLENATORE È UN MESTIERACCIO. SPECIALMENTE IN QUESTO MOMENTO COSÌ PARTICOLARE. MA NOI ABBIAMO POTTER


alessandro
martedì 29 dicembre 2020

Miglior allenatore della serie b, per distacco