• Serie B
  • Procura Federale: violazioni Covisoc, nuovo deferimento per il Lanciano

Procura Federale: violazioni Covisoc, nuovo deferimento per il Lanciano

di Redazione Picenotime

lunedì 23 maggio 2016

Nuovi guai per la Virtus Lanciano, squadra che ha chiuso con 44 punti il campionato di Serie B (con un totale di 4 punti di penalizzazione) e che allo stato attuale dovrebbe disputare i playout contro la Salernitana.

Il Procuratore Federale, a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., preso atto della decisione della Corte Federale d’Appello - Sezioni Unite di cui al C.U. 123/CFA del 13 maggio 2016, ha infatto deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare il Procuratore speciale e legale rappresentante pro-tempore della società S.S Virtus Lanciano, Luca Leone “per la violazione di cui agli artt. 1 bis, comma 1 e 10, comma 3,  del C.G.S. in relazione all’art. 85, lettera B), paragrafo VII delle  N.O.I.F., per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver documentato alla CO.VI.SO.C. l’avvenuto pagamento, entro il termine del 16 dicembre 2015, delle ritenute Irpef e dei contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di luglio, agosto, settembre e ottobre 2015”.

 La società è stata deferita a titolo di responsabilità diretta per il comportamento posto in essere dal sig. Leone Luca e a titolo di responsabilità propria e diretta “per non aver documentato alla CO.VI.SO.C. l’avvenuto pagamento, entro il termine del 16 dicembre 2015, delle ritenute Irpef e dei contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di luglio, agosto, settembre e ottobre 2015.


Foto da Legab.it

Foto da Legab.it

© Riproduzione riservata

Commenti