• Eventi e Cultura
  • Ascoli Piceno, una guida per scoprire il ''Grande Anello dei Borghi Ascolani''

Ascoli Piceno, una guida per scoprire il ''Grande Anello dei Borghi Ascolani''

di Redazione Picenotime

venerdì 14 maggio 2021

Far conoscere i meravigliosi luoghi montani del Piceno attraverso una guida turistica che consentirà di scoprire il Grande Anello dei Borghi Ascolani (Gaba). Stamattina al Caffé Meletti si è tenuta una conferenza stampa con la quale è stato reso noto lo stato di avanzamento dei lavori del percorso che si snoda lungo un itinerario di 100 km, costituito da sette tappe in grado di svilupparsi attraverso alcuni comuni dell’entroterra piceno. Un tragitto con il quale si vuole cercare di riscoprire gli antichi sentieri ma anche i luoghi e i paesaggi più belli e caratteristici del territorio collinare e montano.

Ne hanno parlato ai nostri microfoni il sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti, il consigliere regionale Andrea Maria Antonini, Massimo Scendoni e Valentina Carradori di 'Le Marche Experience'.



Il GABA – ideato dall’Associazione Le Marche Experience, specializzata in turismo esperienziale e responsabile - è un itinerario escursionistico a tema storico-naturalistico da percorrere a piedi (o in bici) con partenza e rientro nella città capoluogo Ascoli Piceno dopo aver attraversato borghi storici dell’entroterra appenninico. Il percorso è articolato in 7 tappe e coinvolge i comuni di Ascoli Piceno, Venarotta, Roccafluvione, Comunanza, Montegallo e Acquasanta Terme.

Grazie all’intervento economico della Regione Marche e del Comune di Ascoli Piceno è in corso la mappatura, la realizzazione e il posizionamento della segnaletica verticale e orizzontale che permetterà al viaggiatore di percorrere l’itinerario in autonomia.

La “mission” del progetto è quella di offrire un’esperienza di valore al turista attivo, che insegue la propria dimensione di benessere vissuta all’aria aperta e vuole immergersi nella storia dei luoghi attraverso la relazione diretta con gli abitanti contribuendo alla rinascita economica del territorio. Lungo il percorso, l’escursionista, infatti, può usufruire dei servizi di alloggio e ristorazione delle piccole e accoglienti strutture di ospitalità (B&B, ostelli, agriturismo e case per ferie). Nel sito internet di progetto saranno caricate le tracce GPX che gli utenti potranno scaricare gratuitamente unitamente alle informazioni sugli alloggi e i punti d’interesse. Nei giorni scorsi è stato effettuato il primo bike test con le guide cicloturistiche delle Marche, aderenti a Marche Outdoor: il percorso bike sarà articolato in vari livelli di difficoltà e ciascun fruitore potrà scegliere in modo flessibile, sulla base della propria preparazione tecnica, percorsi accessibili o single track nella natura. Proprio per la completezza dell’offerta il GABA sarà candidato dalla Regione Marche agli Oscar nazionali del Cicloturismo.


© Riproduzione riservata

Commenti